Oltre la Notizia: che cosa succede dopo la Prima Pagina?

La rubrica di Wakeupnews che riempie il week end di novità sui temi passati in Primo Piano

di Laura Dabbene

Il profilo Facebook di Roberto Saviano

L’autore di Gomorra sta preparando un nuovo libro e per questo motivo, annuncia il suo team di collaboratori, la sua pagina personale su Facebook sarà sospesa per qualche tempo. Roberto Saviano, in base a quanto dichiarato, è molto attento nel seguire tutto ciò che i suoi fan postano all’interno della sua bacheca, e perciò avrebbe preferito al momento rinunciare a questo spazio a fronte dei numerosi impegni che la stesura di un libro comporta. L’argomento della nuova fatica letteraria resta top secret, ma forse a qualcuno già fa paura. Il giovane scrittore campano, in più occasioni oggetto di intimidazioni, è stato infatti nuovamente bersaglio di minacce, o almeno così credono gli inquirenti che stanno indagando sulla comparsa, nei pressi di una villa sul litorale di Sabaudia dove era ospite, di una serie cadaveri congelati di cornacchie. Il numero, lo stato e la disposizione delle carcasse non lascia dubbi sull’intenzionalità dell’atto, ma è giallo sulla reale motivazione che ne sta alla base: secondo le questure di Roma e Latina potrebbe forse trattarsi di una “schermaglia” tra un gruppo di cittadini e l’amministrazione locale, anche se la pista dell’avvertimento a Saviano resta tra quelle indagate.

La Dolce Vita romana è protagonista di una mostra fotografica ai Mercati Traianei fino al 14 novembre, ma non solo! Negli Usa è già un best-seller il nuovo romanzo di Tom Rachman, giornalista inglese di 35 anni, intitolato The Imperfectionist e ambientato proprio nella Roma di fine anni ’50. La stagione immortalata nei film di Federico Fellini e nelle foto dei paparazzi non cessa di affascinare il mondo e di suggerire nuove storie da raccontare.  Tanto suggestiva quanto contraddittoria, con il suo bagaglio di corruzione e retroscena scandalosi, la Dolce Vita resta legata alle immagini delle star di Hollywood sedute ai tavolini di Via Veneto o del Caffè Greco, dei set cinematografici e di una città eterna che manifestava tutto la sua carica vitale dopo gli anni difficili del dopoguerra. L’opera di Rachman intreccia la storia tutta italiana della Roma di quel periodo, con quella internazionale degli stranieri che la visitano come turisti o decidono di trasferirvisi per lavoro: al centro della vicenda è infatti la redazione di un immaginario giornale di lingua inglese con sede nella capitale. Ma non è tutto oro quello che luccica. Con sapiente ironia, ma pungente disillusione, l’autore restituisce anche gli aspetti meno luminosi di un momento storico che in fondo il grande cineasta riminese aveva già colto nell’istante stesso in cui li viveva. Basti ricordare che nel suo capolavoro, accanto alla florida bellezza di Anita Eckberg che si bagna nella fontana di Trevi, Fellini aveva raccontato il dramma della depressione (nel personaggio di Emma, la fidanzata di Marcello Mastroianni) e la malinconica decadenza di una società apparentemente perbenista (nella celebre scena conclusiva del festino orgiastico in una villa di Fregene).

Qualche notizia utile anche per  la salute del nostro cuore. Si sa che le insidie sono molte, a volte perfino derivanti da attività apparentemente innocue come guardare la tv, ma è sotto il profilo alimentare che occorre prestare più attenzione.

Insaccati e carni lavorate: consumo limitato per salvaguardare il cuore

Uno studio condotto da un team di ricercatori di Harvard, che ha coinvolto oltre 1 milione di persone, è di recente comparso sulla rivista scientifica Circulation.  Considerando un campione di individui colpiti da coronaropatie, infarto, ictus o diabete, è emerso che nessuna tra queste malattie risulta associata al consumo di carne rossa, né – ma solo se con moderazione – di agnello o maiale. Bollino rosso invece per gli insaccati, compresi i wurstel, che prevedono nel processo di lavorazione l’uso di conservanti e contengono elevate quantità di sale, grassi e colesterolo. Ma per tutelare il nostro muscolo più prezioso non è obbligatorio eliminare del tutto questi prodotti, rinunciando al piacere di addentare un hot dog o un panino al salame: è sufficiente limitarne il consumo e non abusarne. Inevitabile abolirli dalla dieta se in presenza di gravi patologie, secondo la guida e le prescrizioni del medico, del dietologo o del nutrizionista.

Chiusura di rubrica con una news che è un piccolo peccato di egocentrismo. Ricordate il festival letterario L’isola delle Storie di Gavoi, in Sardegna, segnalato dalla Redazione tra i migliori appuntamenti culturali di luglio?  Con un pizzico di sano autocompiacimento per il prezioso consiglio elargito ai lettori, gratifichiamo la nostra vanità riprendendo le parole spese dallo scrittore americano Eli Gottlieb sull’inserto domenicale del Sole 24 Ore del 22 agosto (Italia, mi hai sorpreso. Anzi, no). Il romanziere, ospite dell’evento, ha descritto la manifestazione come «Una delle più alte celebrazioni di alfabetizzazione», dove «viene curato ogni minimo dettaglio» al fine di «valorizzare, dare importanza e credito a quell’arte perduta di scrivere e leggere libri». Gottlieb descrive Gavoi, in Barbagia, come un vero paradiso per ogni autore, dove un commerciante del posto è capace di stupire con una domanda come «Che ne pensa di David Foster Wallace?» e un’acuta intervistatrice (nonché scrittrice, Alessandra Casella) si dimostra capace di rivolgergli «alcune delle domande più pregnanti e mordaci che mi siano mai state fatte». Sull’onda dell’entusiasmo per questi commenti, viene spontaneo invitare tutti i lettori che abbiamo partecipato a qualcuno degli appuntamenti suggeriti ad inviarci la loro opinione. Saremmo felici di pubblicarla.

FOTO/ via http://www.sxc.hu/; www.lastampa.it; www.macelleriacappella.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews