Olimpiadi Londra 2012, ginnastica artistica: delusione Ferrari, quarta

Vanessa Ferrari (bresciaoggi.it)

Londra –  Grande delusione per l’artistica italiana. Nella finale del corpo libero femminile appena disputatasi alla North Greenwich Arena, Vanessa Ferrari si è vista sfuggire di un soffio la medaglia di bronzo. Il regolamento parla particolarmente chiaro in materia di ex aequo, contemplato solo in casi estremamente rari. E così l’atleta bresciana è stata costretta a cedere il bronzo alla russa Mustafina che, come lei, ha ottenuto 14.900 punti ma che di fatto la scavalca in classifica perché autrice di un’esecuzione più precisa. Il rammarico è molto ma in una finale di altissimo livello Vanessa paga a caro prezzo le piccolissime imperfezioni di una prova di grande difficoltà.

Vincitrice annunciata Aly Raisman che precede la rumena Ponor al termine di una finale non priva di colpi di scena. La prima a scendere in pedana tra le principali accreditate alla vittoria finale è la russa Afanaseva, penalizzata da una diagonale fuori misura. Seguono le statunitensi Wieber e Raisman: mentre Jordyn è piuttosto imprecisa, Aly mette in cassaforte una medaglia  d’oro quasi sicura con una prova eccellente che le vale 15.600 punti. Ottimo esercizio anche per Catalina Ponor, che rimedia un bel 15.200.

Vanessa Ferrari è la sesta ginnasta in gara. L’italiana segue l’australiana Mitchell, autrice di una performance buona ma non eccelsa. Anche Vanessa non è impeccabile: all’esercizio non manca sostanza ma le imprecisioni le valgono un 14.900 e un terzo posto provvisorio. La russa Mustafina pareggia subito i conti: il punteggio è lo stesso ma Aliya è virtualmente davanti perché maggiormente premiata in termini di esecuzione. All’appello manca comunque ancora Sandra Izbasa che potrebbe scalare la classifica. Un errore la taglia però fuori dal podio e, soprattutto, accresce la beffa ai danni della ginnasta tricolore. Il punteggio è da terzo posto ma la medaglia le sfugge di un soffio.

Si è chiuso quest’oggi il programma olimpico della ginnastica artistica: assegnate dunque anche le medaglie di specialità che hanno visto impegnati gli uomini alle parallele simmetriche e alla sbarra. Le ginnaste si sono invece cimentate anche con la trave, dove hanno dominato le cinesi Deng e Sui. Terzo posto per la statunitense Raisman, premiata con il bronzo dopo un ricorso che ha scalzato dal podio la rumena Ponor. Cina d’oro anche alle parallele simmetriche: prima piazza per Feng che ha preceduto il tedesco Nguyen e il francese Sabot, capace di cogliere uno straordinario risultato dopo essersi qualificato in extremis. Interrompe il trionfo asiatico l’olandese Zonderland, autore di un esercizio non perfetto ma spettacolare e di difficoltà estrema. Argento per il tedesco Hambuchen; bronzo al cinese Zou.

Mara Guarino

Foto homepage via: attualita.tuttogratis.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews