Olimpiadi Londra 2012: cerimonia di apertura, via ai Giochi!

La delegazione azzurra capitanata da Valentina Vezzali (repubblica.it)

Londra – Poco dopo la mezzanotte britannica, l’una qui in Italia, Sua Maestà Elisabetta II del Regno Unito  ha dichiarati aperti i Giochi celebrativi della 30a Olimpiade dell’era moderna. È stato il momento istituzionale principale della cerimonia d’apertura di quest’edizione britannica dei Giochi: quasi quattro ore di spettacolo, aperte da Bradley Wiggins in giallo alla campana, chiuse dalle note immortali di Hey Jude, riproposte dal vivo proprio da sir Paul McCartney.

Una serata di spettacolo e narrazione, molto ancorata alla storia ma anche decisamente proiettata verso il futuro. Dopo una prima fase caratterizzata dalla narrazione storica dello sviluppo delle isole britanniche, a partire dall’Inghilterra rurale attraverso le rivoluzioni industriali e le guerre, c’è stato un cambio di ritmo con Daniel Craig – 007 – e Rowan Atkinson – Mr Bean – che hanno poi portato alla lunga sfilata delle delegazioni degli atleti.

La sfilata è stata occasione per incrociare stati in guerra e paesi in difficoltà, come per scontrarsi direttamente con la dura realtà sociale del pianeta. Se un tempo si poteva parlare di “tregua olimpica”, oggi si continua a combattere in moltissime terre e la stessa Europa è assediata da una crisi economica durissima.
Gli azzurri hanno dato vita a un passaggio festoso, in un serio completo blu. Valentina Vezzali è stata la portabandiera di quest’edizione, testimoniando il suo attaccamento alla nazionale: domattina infatti sarà già in pedana per la prima gara e da subito dovrà lottare per le medaglie.

kids468x60

Sette i tedofori conclusivi: all’ingresso dello stadio la fiaccola è arrivata in barca, con David Beckham, e poi è passata a Steve Redgrave, mito del canottaggio inglese. Quindi proprio Redgrave, assieme a sette altri personaggi storici dello sport britannico, hanno passato la fiamma di Olimpia a sette giovani atleti inglesi, ragazzi meno che ventenni che, dopo, un giro d’onore, hanno dato vita a un braciere composito, accendendo l’ultima fiamma di questi Giochi. Una serie di piloni incendiati, infatti, si sono alzati dal terreno per formare l’unico braciere che da stasera fino al 12 agosto illuminerà la Londra olimpica, uno spettacolo sicuramente indimenticabile per i quasi quattro miliardi di spettatori sparsi sul globo.

Domani si inizierà a gareggiare e si assegneranno medaglie: stasera ancora qualche strascico polemico. Risolto con eleganza il dubbio sull’ultimo tedoforo, ruolo a lungo conteso da Thompson, Redgrave e Beckham, rimane l’ingente spesa – oltre quaranta milioni di dollari – sostenuta per la cerimonia guidata in regia da Danny Boyle e l’assenza del minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime della strage di Monaco ’72, negato dal CIO per evitare incidenti diplomatici.

Non i migliori biglietti da visita per una cerimonia che ha puntato molto sui giovani e sull’ispirazione per le nuove generazioni, anche nelle parole di sir Sebastian Coe, e che tradizionalmente ha sempre cercato di tenere la politica e i conflitti un passo dietro i valori universali dello sport mondiale.

Andrea Bosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews