Olimpiadi Londra 2012, Canoa: Josefa Idem, peccato! A tre decimi dal bronzo

Josefa Idem, 48 anni (lastampa.it)

A Pechino furono pochi centesimi di secondo a privarla dell’oro, a Londra sono solo decimi di secondo a lasciare Josefa Idem fuori dal podio. Una delusione che è grande solo perché una campionessa di tale levatura meritava di concludere la sua carriera olimpica (così ha annunciato lei stessa) con almeno una nuova medaglia in cassaforte.

E invece nella finale del K1 500 donne Josefa è rimasta giù dal podio per questione di centimetri, dopo una gara alla sua maniera: partenza in sordina, ma senza lasciarsi staccare troppo dalle avversarie, con la ucraina Osypenko-Radomska a scappare via di gran carriera.

Ai 250 metri la Idem inizia la progressione e risale vertiginosamente nelle posizioni di testa. La ungherese Kozak macina la Osypenko per la corsa all’oro e Josefa sembra essere lì, con la punta appoggiata al terzo gradino del podio. Ma negli ultimi metri la canoista azzurra sembra proprio non averne più.

Sulla linea del traguardo la infilano sia la sudafricana Hartley, bronzo, che la svedese Paldanius, quarta. E Josefa rimane a tre decimi di secondo netti dal bronzo e a meno di mezzo secondo dall’argento. Ma cinque medaglie olimpiche (e 38 altri allori assortiti) dopo, la delusione è solo quella di chi avrebbe voluto vedere al collo di Josefa l’ennesimo attestato olimpico. Per la leggenda dello sport, il suo nome rimane scritto indelebile.

Francesco Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews