Festival del Cinema di Berlino. Al via oggi l’edizione 2013

Festival del cinema di Berlino

Il logo dell'edizione 2013 della kermesse tedesca

Oggi, 7 febbraio, inizia la 63° edizione del Festival del Cinema di Berlino. La rinomata kermesse tedesca, che ogni anno assegna l’Orso d’oro ai lavori e ai registi più meritevoli, si svolgerà fino al 17 febbraio e sarà presieduta dal regista cinese Wong Kar Wai, già presidente di giuria della 59° edizione del Festival di Cannes. Allo stesso regista cinese andrà l’onore di aprire con il suo The Grandmaster, film di arti marziali.

Il Festival del Cinema di Berlino, conosciuto anche come La Berlinale, è uno dei festival europei e mondiali più importanti. Ogni anno conta la proiezione di circa quattrocento film internazionali di ogni genere che vanno a confluire nelle differenti sezioni che lo compongono. Dalla sezione dei film in concorso alla sezione Panorama (cinema indipendente), dalla sezione corti alla sezione dedicata alle retrospettive che quest’anno si chiamerà The Weimar Touch, dedicata alle influenze che il cinema di Weimar ebbe sui filmaker tedeschi tra il 1933 e gli anni Cinquanta.

Tra i film più attesi quest’anno troviamo certamente Promised Land di Gus Van Sant e Side Effects di Steven Soderbergh, che vede la partecipazione di Jude Law (eXistenZ, Closer, Hugo Cabret) e Catherine Zeta-Jones (The Terminal, Quello che so sull’amore). A seguire queste “teste di serie” troviamo altri titoli interessantissimi come Night Train to Lisbon di Billie August, The Necessary Death of Charlie Countryman di Fredrik Bond e Before Midnight di Richard Linklater. Tra le proiezioni di oggi, oltre al sopra citato The Grandmaster, ci sarà A Fold in my Blanket, film georgiano del regista Zaza Rusadze.

E l’Italia? Il nostro paese sarà rappresentato a Berlino da The Walking di Mario Rizzi (corti), Couscous Island di Francesco Amato e Stefano Scarafia (Culinary Cinema), Slow Food Story di Stefano Sardo (Culinary Cinema), Materia Oscura di Massimo D’Anolfi (Forum) e Matilde di Vito Palmieri (Generation Kplus – Corti). Fuori concorso, invece, La migliore offerta, il recente bel film di Giuseppe Tornatore.

Di seguito l’elenco completo delle pellicole.

FILM IN CONCORSO AL FESTIVAL DEL CINEMA DI BERLINO 2013

A Long and Happy Life di Boris Khlebnikov (Russia)

An Episode in the Life of an Iron Picker di Danis Tanovic (Francia / Slovenia)

Camille Claudel, 1915 di Bruno Dumont (Francia)

Child’s Pose di Calin Peter Netzer (Romania)

Closed Curtain di Jafar Panahi e Kambuzia Partovi (Iran)

Gloria di Sebastián Lelio (Cile)

Gold di Thomas Arslan (Germania)

Harmony Lessons di Emir Baigazin (Kazakistan / Germania)

In the Name of di Malgorzata Szumowska (Polonia)

Layla Fourie di Pia Marais (Germania / Sudafrica / Francia / Olanda)

Nobody’s Daughter Haewon di Hong Sang-soo (Corea del Sud)

On my Way di Emmanuelle Bercot (Francia)

Paradise: Hope di Ulrich Seidl (Austria / Francia / Germania)

Prince Avalanche di David Gordon Green

Promised Land di Gus Van Sant (USA)

Side Effects di Steven Soderbergh

The Necessary Death of Charlie Countryman di Fredrik Bond

The Nun di Guillaume Nicloux (Francia / Germania / Belgio)

Vic and Flo Saw a Bear di Denis Côté

 

FILM FUORI CONCORSO

Before Midnight di Richard Linklater (USA)

Dark Blood di George Sluizer (USA / Gran Bretagna)

I Croods di Kirk De Micco

The Grandmasters di Wong Kar-Wai (Cina / Hong Kong)

Treno di notte per Lisbona di Bille August (Germania)

 

BERLINALE SPECIAL

La migliore offerta di Giuseppe Tornatore (Italia)

The Look Of Love di Michael Winterbottom (Gran Bretagna / USA)

Les Misérables di Tom Hooper (Gran Bretagna)

Tokyo Family di Yoji Yamada (Giappone)

Fatal Assistance di Raoul Peck (Francia / Haiti / USA / Belgio)

Gold – You Can Do More Than You Think di Michael Hammon (Germania)

My Way to Olimpya di Niko von Glasow (Germania)

Top of the Lake di Jane Campion (Australia / Gran Bretagna)

The Spirit of ‘45 di Ken Loach (Gran Bretagna)

Redemption Impossible di Christian Rost e Claus Strigel (Austria)

Berlin – Ecke Bundesplatz di Hans-Georg Ullrich e Detlef Gumm (Germania)

 

PANORAMA

Burn it up Djassa di Lonesome Solo (Costa d’Avorio / Francia)

Cold di Ugur Yücel (Turchia)

Concussion di Stacie Passon (USA)

Interior. Leather Bar di Travis Mathews e James Franco (USA)

It’s all so Quiet di Nanouk Leopold (Olanda / Germania)

Kai po che! di Abhishek Kapoor (India)

Lifelong di Asli Özge (Turchia / Germania / Olanda)

Lose Your Head di Stefan Westerwelle e Patrick Schuckmann (Germania)

Maladies di Carter

Mes séances de lutte di Jacques Doillon (Francia)

Reaching for the Moon di Bruno Barreto (Brasile)

Something in the Way di Teddy Soeriaatmadja (Indonesia)

The Legend of Paul and Paula di Heiner Carow (Germania Est)

Upstream Color di Shane Carruth (USA)

Will You Still Love Me Tomorrow? di Arvin Chen (Taiwan)

Workers di José Luis Valle (Messico / Germania)

Yesterday Never Ends di Isabel Coixet (Spagna)

Youth di Tom Shoval (Germania / Israele)

 

PANORAMA DOKUMENTE

Art/Violence di Udi Aloni, Batoul Taleb e Mariam Abu Khaled (USA / Palestina)

Bambi di Sébastien Lifshitz (Francia)

Belleville Baby di Mia Engberg (Svezia)

Born This Way di Shaun Kadlec e Deb Tullmann (USA / Camerun)

Exposed di Beth B. (USA)

Fifi Howls from Happiness di Mitra Farahani (Iran / Italia)

La maison de la radio di Nicolas Philibert (Francia / Giappone)

Narco Cultura di Shaul Schwarz (USA / Messico)

Out in East Berlin – Lesbians and Gays in the GDR di Jochen Hick (Germania)

Parade di Olivier Meyrou (Francia)

Paul Bowles: The Cage Door is Always Open di Daniel Young (Svizzera / Marocco)

Salma di Kim Longinotto (Gran Bretagna / India)

TPB AFK: The Pirate Bay Away From Keyboard di Simon Klose (Svezia)

 

FORUM

Die 727 Tage ohne Karamo di Anja Salomonowitz

A Single Shot di David M. Rosenthal

Al-khoroug lel-nahar (Coming Forth by Day) di Hala Lotfy

A batalha de Tabatô (The Battle of Tabatô) di João Viana

Computer Chess di Andrew Bujalski

Echolot di Athanasios Karanikolas

Elelwani di Ntshavheni Wa Luruli

Fahtum pandinsoong (Boeary) di Nontawat Numbenchapol

Fynbos di Harry Patramanis

Grzeli nateli dgeebi (In Bloom) di Nana Ekvtimishvili e Simon Groß

Halbschatten di Nicolas Wackerbarth

Hélio Oiticica di Cesar Oiticia Filho

I aionia epistrofi tou Antoni Paraskeua (The Eternal Return of Antonis Paraskevas) di Elina Psykou

I Kóri (The Daughter) di Thanos Anastopoulos

I Used to Be Darker di Matt Porterfield

Je ne suis pas mort (I’m Not Dead) di Mehdi Ben Attia

Krugovi (Circles) di Srdan Golubović

Kujira no machi (The Town of Whales) di Keiko Tsuruoka

Lamma shoftak (When I Saw You) di Annemarie Jacir

Matar extraños (Killing Strangers) di Jacob Secher Schulsinger, Nicolás Pereda

Materia oscura (Dark Matter) di Massimo D’Anolfi e Martina Perenti

Das merkwürdige Kätzchen di Ramon Zürcher

Le météore (The Meteor) di François Delisle

Mo sheng (Forgetting to Know You) di Quan Ling

…Moddhikhane Char (Char… The No Man’s Island) di Sourav Sarangi

Obrana i zaštita (A Stranger) di Bobo Jelčić

La Paz di Santiago Loza

La plaga (The Plague) di Neus Ballús

Powerless di Fahad Mustafa e Deepti Kakkar

Sakura namiki no mankai no shita ni (Cold Bloom) di Atsushi Funahashi

Senzo ni naru (Roots) di Kaoru Ikeya

Shirley – Visions of Reality di Gustav Deutsch

Sieniawka di Marcin Malaszczak

Stemple Pass di James Benning

Sto lyko (To the Wolf) di Christina Koutsospyrou e Aran Hughes

Terra de ninguém (No Man’s Land) di Salomé Lamas

Tian mi mi (Together) di Hsu Chao-jen

Vaters Garten – Die Liebe meiner Eltern di Peter Liechti

Viola di Matías Piñeiro

The Weight of Elephants di Daniel Joseph Borgman

Za Marksa… (For Marx…) di Svetlana Baskova

Emanuel Carlo Micali

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews