Obesità: via i chili superflui con una proteina che attiva cellule brucia-calorie

Obesità: un problema grave anche nell'infanzia

La lotta contro l’obesità non è solo e sempre una questione puramente estetica, ma chiama in causa anche una componente di benessere psico-fisico che va oltre l’aspetto. Insomma magri è bello non solo per l’occhio, almeno secondo i canoni attuali, ma anche per la salute in generale.

Ecco quindi una buona notizia per chi si trova a dover, spesso senza successo, combattere contro l’obesità a suon di diete ferree e rinunce alimentari. Un recente studio dell’UCSF (Università della California, San Francisco) ha aperto una nuova speranza nell’ambito del contrasto al problema. Un team di ricercatori ha scoperto una proteina denominata PRDM16, presente non solo nei topi ma anche negli esseri umani, capace di apportare radicali modifiche alle cellule grasse.

La PRDM16 sarebbe in grado di trasformare le normali cellule grasse bianche in cellule grasse brune, utili e ‘buone’ perchè  fungono da brucia-calorie, e gli studiosi prevedono che tale risultato possa essere applicato in campo medico e farmaceutico per realizzare prodotti terapeutici  atti a favorire l’attività della proteina, così da consumare le calorie in tempi brevi.

La notizia, presentata in questi giorni come novità assoluta, sembra tuttavia da ritenersi più che altro lo sviluppo naturale di una ricerca risalente a qualche annetto fa (2007), quando un’equipe franco-americana guidata dal Professor Bruce Spiegelmann della Harvrd Medical School individuò questo ‘interruttore genetico’ (la PRDM16) pubblicando poi i dati  sulla rivista «Cell metabolism».  Il professor Spiegelmann è infatti ancora presente nel team di scienziati tornato al centro dell’attenzione insieme a Haruya Ohno, Kosaku Shinoda e Shingo Kajimura della University of California: i dati aggiornati dei loro studi sono appunto quelli diffusi nell’ultimo numero della stessa rivista scientifica che ospitò la scoperta 5 anni orsono, «Cell metabolism».

Laura Dabbene

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews