Obama chiede alla Corte Suprema di riconoscere i matrimoni gay

Barack Obama matrimoni gay

Barack Obama matrimoni gay

Come promesso in occasione della sua rielezione a presidente degli Stati Uniti, Barack Obama è intervenuto a favore dei diritti omosessuali, impegnandosi concretamente a sostegno dei matrimoni gay: la sua amministrazione ha infatti formalmente richiesto alla Corte Suprema l’abrogazione di una legge federale risalente agli anni Novanta, nella quale si sanciscono le nozze come unione tra un uomo e una donna.

Stando alla documentazione presentata in vista della revisione della legge, il testo così formulato violerebbe infatti «la garanzia fondamentale dell’uguaglianza», nella misura in cui andrebbe a impedire che migliaia di persone regolarmente sposate nei propri Stati – negli Usa, i matrimoni gay sono infatti già legali in nove Stati e nella capitale Washington – non possano comunque godere degli stessi vantaggi federali di cui invece godono le coppie eterosessuali.

La questione sarà effettivamente vagliata dalla Corte Suprema a partire dal prossimo 26 marzo ma il dato significativo è che per la prima volta nella storia statunitense un presidente scelga di  schierarsi tanto nettamente a favore dei diritti gay. Le dure parole di condanna nei confronti del Defense of Marriage Act assumono dunque un peso e un valore notevole, a prescindere da quello che sarà il giudizio finale della Corte Suprema, chiamata a pronunciarsi sul caso Windsor.

Le recenti polemiche sulla legge del 1996 nascono infatti a seguito del ricorso avanzato da Edith Windsor, costretta a pagare ingenti tasse di successione perché il suo matrimonio con la compagna, contratto in Canada nel 2007, non è stato riconosciuto valido dalla legge statunitense, che per l’appunto non prevede la possibilità di unione tra persone dello stesso sesso. Comunque vada, quello di Obama è quindi un segnale molto forte su un tema ampiamente discusso anche in Italia, in occasione della campagna elettorale.

Mara Guarino

Foto homepage via: formiche.net

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews