Obama a Mubarak: «La transizione cominci ora, subito»

Il Cairo – «Quanto avvenuto nei giorni scorsi ci obbliga a scegliere tra ordine e caos. Per questo ho formato un nuovo governo con priorità nuove, ho incaricato il vice presidente di avviare un dialogo con tutte le forze politiche per discutere di riforme e riportare la stabilità nel Paese». Queste le parole del presidente egiziano Hosni Mubarak, che nel suo discorso alla tv di Stato ha assicurato che non si ricandiderà alle prossime elezioni, ma lavorerà «nei mesi che restano per assicurare misure per la transizione del potere».

Il rais fa un passo indietro, ma  non basta a Barak Obama, che in un intervento di soli quattro minuti ha sottolineato che gli Stati Uniti si aspettano che «la transizione cominci ora, subito», e non tra qualche mese, come invece ha fatto intendere Mubarak. Nemmeno i 2 milioni di manifestanti scesi in piazza si accontentano di sapere che l’attuale Presidente non si ricandiderà, e vogliono  vedere la fine del regime subito.

Consapevole delle ricadute che la rivolta egiziana avrà sulla geopolitica mediorientale, Obama ha voluto ricordare ai giovani egiziani che « noi americani ascoltiamo la vostra voce». L’Egitto «ha bisogno di un cambiamento», ha sottolineato il Presidente americano, «si è già aperto un nuovo capitolo».

di Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews