Nuovi posti di lavoro per laureati e ricercatori. Il Cdm approva

Enrico Letta comunica l’approvazione del Cdm del piano 2014 per le ricerca e l’innovazione nell’impresa. Si attendono nuovi posti per laureati e ricercatori

laureati

Enrico Letta

Enrico Letta ha comunicato in conferenza stampa a palazzo Chigi l’approvazione da parte del Consiglio dei ministri del piano 2014 per la ricerca e l’innovazione nell’impresa. Verranno investiti duecentocinquanta milioni. Un piano che punta sulla crescita e l’occupazione grazie a un investimento non solo nazionale, ma anche comunitario.

NUOVE ASSUNZIONI PER LAUREATI E RICERCATORI – Ci saranno dunque, si spera, nuove assunzioni per laureati e ricercatori nel nostro Paese, grazie a fondi sia comunitari che nazionali. Ha dichiarato Letta: «La nostra competitività passa attraverso l’innalzamento del livello di innovazione e ricerca nell’attività di impresa. Verranno attuate diverse misure. Una che incentiva l’impiego di ricercatori con profili tecnici-scientifici e che incentiva mille dottorati innovativi, con voucher per inserire chi fa ricerca nell’attività di impresa; incentivi alle reti per l’innovazione; varie altre misure tra cui “Un laureato in ogni impresa” che è una spinta a ogni piccola impresa ad assumere un laureato per alzare il livello di conoscenza. Sono anche previsti i voucher per l’innovazione e quelli per l’internazionalizzazione nelle Pmi. L’obiettivo è dare un input forte a tutto ciò che porta più ricerca e innovazione nell’impresa: incentiva l’assunzione di laureati e dottori di ricerca».

A SIMPLE PLAN – Il presidente del Consiglio si è detto certo del funzionamento e dell’attuazione del piano: «Tutte le misure partono in questo momento: i ministeri competenti, dell’Istruzione e dello Sviluppo Econimico, faranno partire i bandi e l’assegnazione dei fondi arriverà in questi giorni e dunque questi duecentocinquanta milioni complessivi potranno essere utilizzati direttamente entro il 2014. Siamo sicuri che il piano funzionerà e siamo in condizione di replicare moltiplicando questo piano complessivo nella programmazione dei fondi comunitari 2014-2020».

TERRA DEI FUOCHI, QUESTIONE SPINOSA – Per quanto riguarda le vicende della Terra dei Fuochi, Letta ha affermato come sia è «una delle priorità che abbiamo davanti: subito dopo la conferenza stampa insediamo il Comitato e iniziamo a lavorare».

Gian Piero Bruno

@GianFou

Foto: sokratis.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews