Nude, il nuovo album degli Irrepressibles – Recensione

Irrepressibles nude

Copertina "Nude"

Il Sunday Times li ha definiti “un’incantevole e stravagante orchestra teatrical-pop”; con il singolo di lancio In This Shirt, accompagnato da un affascinante cortometraggio, si sono imposti come assoluto fenomeno del web nel 2010: sono i The Irrepressibles, un gruppo orchestrale di ben dieci membri divisi tra archi, corde, tastiere e percussioni che ha creato un nuovo modo di fare musica, unendo sonorità liriche a note fortemente electro, accompagnate da favolose performance e maestose scenografie. Il loro primo album, Mirror Mirror, risale al 2010: una perfetta sinfonia di suoni e strumenti, tra i quali spicca la sensuale voce di Jamie McDermott, leader della band, talentuoso e poliedrico compositore e sperimentatore musicale. Dopo un cofanetto di sette tracce in cui era incluso anche un lungometraggio in DVD chiamato From The Circus To The Sea, esce oggi in Italia il loro secondo CD, Nude (nonostante l’album sia disponibile all’estero già da Novembre scorso), definito da McDermott un disco “molto onesto”:

 «Era mia intenzione mettere a nudo il mio animo, esplorando la mia omosessualità. Da un certo punto di vista è molto forte: si parla di emozioni, stati d’animo, senza censure di alcun tipo. È una voce fuori dal coro e vuole essere vicino a tutti coloro che si sentono oppressi, che non si accettano. Nel pop manca un po’ questo coraggio di spogliarsi di tutti i preconcetti. Il titolo Nude, inoltre, s’ispira all’arte: la bellezza della nudità nella scultura, nella pittura. Il nudo è la forma artistica più vera, più naturale, tanto perfetta nell’armonia dei corpi come nelle imperfezioni che caratterizza l’essere umano. Nude mi sembrava il titolo perfetto per questo disco».

Non a caso i The Irrepressibles sono molto conosciuti dalla popolazione omosessuale europea, attivamente partecipe al disco: per il singolo Two Men In Love, a breve in uscita, la band ha infatti intenzione di realizzare un video in cui si susseguiranno immagini amatoriali di baci tra uomini innamorati inviate via web. Esplicativa della poetica della band è anche la cover dell’album, che rappresenta due uomini nudi in lotta, ad indicare armonia ma anche contrasto, la bellezza e il paradosso del doppio, la scissione emotiva a cui sono sottoposti tutti quegli individui la cui accettazione di sé contrasta in molti casi con la società e con la morale imposta, generando profondi conflitti interiori. Un tema, questo, evidenziato nei videoclip di Arrow e New World, i primi due singoli estratti dall’album, nei quali è costantemente presente il tema della lotta e dell’amore tra due uomini. Il primo, Arrow, diretto dallo stesso McDermott, è stato tra l’altro censurato da YouTube per il bacio omosessuale che chiude la coreografica lotta tra i due protagonisti.

La band

Coerentemente alla poetica dell’orchestra, Nude stupisce sin dal primo brano: Time Passing getta le basi per l’atmosfera coinvolgente che caratterizza l’intero album. Il brano non ha testo, ma è semplicemente un’imponente esecuzione di una melodia per archi molto evocativa, che indica appunto lo scorrere del tempo. La seconda traccia, Pale Sweet Nothing, getta l’ascoltatore in un’atmosfera dark rock, il cui testo riprende ovviamente il titolo dell’album: «Take off your clothes, I want to see you naked», canta McDermott, sottolineando che la nudità, lo spogliarsi delle esteriorità per mostrare se stessi, è sinonimo di libertà. Segue New World, secondo singolo estratto dall’album, del cui video si è già parlato: un brano ancora una volta in stile dark rock che riesce a non entrare in contrasto con la trama orchestrale e la meravigliosa voce di McDermott.  Anticipata dalla quasi silenziosa e triste Tears (Prelude), che apre la seconda parte dell’album, arriva poi Two Men In Love e il suo delicato piano accompagnato dal rumore della pioggia in sottofondo, che costituisce una cesura dalle sonorità dark dei precedenti brani. È una canzone di una dolcezza estrema, ma profondamente malinconica, che afferma quanto profondo e coinvolgente possa essere un amore tra due uomini, al pari di un’unione eterosessuale. In un crescendo di piatti e archi la voce grida e ripete «I’m in love», quasi a voler dare dignità a quell’amore. «We’re just two men in love», “siamo semplicemente due uomini innamorati”, afferma McDermott alla fine, con disarmante semplicità. Segue To Be, una ballad romantica e delicata che continua sui toni dark, alla quale succede Arrow, primo singolo estratto dall’album, un vero e proprio trionfo orchestrale: piatti, tastiere e archi, uniti all’imponente voce del cantante evocano ancora una volta il tema della libertà, ottenibile soltanto con l’accettazione di sé. Stacco netto con Tears, dai ritmi decisamente più electro-dance, ma perfettamente in armonia con il resto dell’album: una canzone da ballare con l’indice puntato verso l’alto e gli occhi chiusi per lasciarsi andare alle coinvolgenti percussioni in sottofondo. Con The Opening si torna alla delicatezza dell’orchestra e ai suoi meravigliosi archi. Il brano è una vera e propria overture, paradossalmente posta alla fine dell’album, e funge da introduzione all’ultima traccia, Ship, ancora una volta dal ritmo electro-dance. Il brano è il degno titolo di coda dell’opera, è la perfetta conclusione di un album dalla coinvolgente potenza.

Nude non è certamente un album di facile ascolto, ma la sua forza non può lasciare indifferente neanche l’ascoltatore meno esperto. La potenza della voce di McDermott, unita all’imponente orchestra, riesce a coinvolgere ed emozionare, e lascia un importante messaggio: solo accettando la propria natura si può essere liberi. Sempre. Per coloro che vogliano assistere allo stupefacente spettacolo della band più insolita e coinvolgente degli ultimi anni, l’appuntamento è giovedì 4 aprile al Piper Club di Roma. Le prevendite sono disponibili sul circuito Green Ticket.

TRACKLIST:

  1. Time Passing
  2. Pale Sweet Healing
  3. New World
  4. Tears (Prelude)
  5. Two Men In Love
  6. To Be
  7. Arrow
  8. Tears
  9. The Opening
  10. Ship

 David Di Benedetti

@davidibenedetti

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews