‘Non ho vaccinato mia figlia, ora mi sento un’assassina’

'Non ho vaccinato mia figlia, mi sento un'assassina': la lettera straziante di una mamma al medico dopo aver perso la sua piccola Azzurra per una meningite

(www.direttanews.it)

(www.direttanews.it)

È partito tutto con un post su Facebook, un messaggio straziante di una madre ad un medico: «Non ho vaccinato mia figlia, ora mi sento un’assassina». La piccola Azzurra ha perso la vita a causa di una meningite. A segnare il suo brutale destino un vaccino mai fatto.  Grazie alla condivisione da parte del medico, le parole di Antonella – mamma della bambina – hanno fatto il giro del web. L’obiettivo è quello di riuscire a fare di questa viralità, un canale si sensibilizzazione ed informazione sul tema dei vaccini.

LA MAMMA AL MEDICO – Roberto Burioni, 53 anni, è un medico e specialista in immunologia clinica presso l’ospedale San Raffaele di Milano. Da tempo schierato in difesa dei vaccini, il camice bianco è solito usare la sua pagina Facebook per spiegare a mamme e papà, con parole semplici, perché è importante vaccinare i propri bambini. Ma non è un giorno come gli altri. Posa gli occhi sullo schermo intenzionato a fare quel che ha sempre fatto, scrivere. Qualcosa lo blocca: «Oggi volevo parlare dell’uso (o non uso) dei vaccini in gravidanza. Invece ho ricevuto questo messaggio e mi si sono fermate tutte le parole» scrive Burioni. Sono queste le parole a cui il medico fa riferimento: «Il 20 marzo di due anni fa – scrive la mamma – ho perso la mia piccola…il mio fiore, per una meningite ceppo C. La mia Azzurra non era vaccinata…e io ne ho la colpa…io mi sento l’assassina di mia figlia perché da giovane mamma mi sono fidata del parere della pediatra che mi aveva detto che era rara e che se mia figlia non avesse frequentato il nido potevo non farlo…ora non ho più la mia bimba e sono continuamente tormentata dai sensi di colpa».

roberto burioni-2

IL MONITO DEL DOTTOR BRUNORI – Il medico esprime un – sentito – monito per tutti quei genitori che rinunciano a vaccinare i propri figli, a causa di timori spesso infondati: «Le parole mi verrebbero – continua l’immunologo nel post su Facebook – ma sarebbero quelle che alcuni di voi giudicano troppo veementi e non appropriate per una divulgazione efficace; e sicuramente ciò che direi nei confronti di laureati in medicina che sconsigliano le vaccinazioni e contro l’ordine dei medici che li lascia impuniti mi provocherebbe guai, per cui mi trattengo». «Non posso però dimenticarmi – spiega il professore – di essere un medico per cui è mio dovere forzare il silenzio che mi verrebbe naturale per dirvi che contro il meningococco di tipo C esiste un vaccino che non solo è sicuro e in grado di fornire un’ottima protezione, ma che è in grado di indurre una efficace immunità di gregge in grado di ridurre notevolmente la circolazione nella comunità di questo terribile batterio che causa una malattia gravissima, spesso mortale anche quando tempestivamente curata».

Antonietta Mente

@AntoMente

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews