Nfl: Orgoglio 49ers, vendetta Ravens. Al Super Bowl sarà scontro in famiglia

Colin-Kaepernick-49ers-nfl

Colin Kaepernick, quarterback dei 49ers (wsau.com)

Il Super Bowl 47 della Nfl sarà una faccenda di famiglia Harbaugh. Ebbene si, i fratelli Jim e John Harbaugh (head coach rispettivamente di 49ers e Ravens) si contenderanno il Lombardi Trophy al Superdome di New Orleans tra 2 settimane. 49Ers e Ravens raggiungono l’obiettivo primario stabilito: migliorare il risultato dell’anno scorso.

Atlanta Falcons-San Francisco 49ers 24-28: Il tentato suicidio sportivo di sette giorni fa dei Falcons, evitato in extremis dal FG di Bryant, questa settimana prende vita contro i 49ers. Rosso-neri avanti fino al 17-0 nel corso del primo tempo, in cui Kaepernick e i suoi sembravano essere rimasti negli spogliatoi; si va all’intervallo lungo sul 24-14, e si iniziano ad intravedere i primi flebili cenno di vita e reazione dei californiani.

Nel secondo tempo cambia la musica completamente. I 49ers reagiscono rimontando fino al 28-24 finale con due TD arrivati dopo altrettante palle perse dall’attacco georgiano: prima il QB Ryan, nel controllare i blitz della difesa, si fa scappare l’ovale dalle mani durante uno snap, poi il WR White scivola mentre percorre una traccia, permettendo un facile intercetto alla difesa rosso-oro. A segno per i 49ers il TE Davis, due volte su corsa il RB Gore e un TD anche per l’altro RB James. Per i Falcons due TD per il WR Jones e uno per il veterano TE Tony Gonzalez. Proprio Gonzalez al 95% chiuderà con questa partita la sua carriera durata 16 anni. Carriera in cui ha battuto tutti i record riguardanti i TE, senza mai raggiungere un SB.

New England Patriots-Baltimore Ravens 13-28: Al Gillette Stadium di Foxborough, Massachusetts, va in scena il rematch della finale dell’AFC dell’anno scorso. Ma questa volta il risultato è diverso. Primo tempo povero di emozioni, drive dominati dai bostoniani e squadre che vanno al riposo sul 13-7 Pats. Nel secondo tempo si cambia registro ed in cattedra salgono i Ravens, condotti alla vittoria da un Flacco in continua crescita e che ha sconfitto due futuri Hall Of Famer (Payton Manning e Brady), in due settimane nei loro stadi amici.

La rimonta di Baltimore, che ha inizio nel terzo quarto, culmina con i due intercetti lanciati da un irriconoscibile Tom Brady, intervallati dal fumble perso dal RB Ridley dopo un contatto durissimo casco contro casco con il CB nero-viola Pollard. Dopo un primo tempo in cui l’attacco sembrava quasi non voler ricevere le palle di Flacco, i WR e il RB Rice decidono di obbedire agli ordini, imbastendo lunghi drive offensivi culminati con 21 punti consecutivi per il risultato finale di 28-13. A superare la linea di End Zone per i Ravens ci hanno pensato una volta il RB Rice e due volte il WR Boldin, con in mezzo il TD pass ricevuto dal TE Dennis Pitta. Per i Pats nel primo quarto una ricezione di Welker e due FG di Gostkowski.

La carriera di Ray Lewis continuerà per un’altra settimana, e chissà che non riesca a chiuderla con il secondo sigillo al Super Bowl di New Orleans del 3 febbraio 2013. Appuntamento tra due settimane per sapere quale dei due fratelli Harbaugh si aggiudicherà il trofeo più ambito del mondo della palla ovale.

Vito Della Rocca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews