Newsted – ‘Heavy Metal Music’: la recensione

newsted

La copertina di 'Heavy Metal Music' (amazon.de)

Circa sei mesi dopo l’uscita dell’ep di debutto Metal, Jason Newsted torna nei negozi con il suo neonato progetto chiamato semplicemente Newsted, sfornando un full lenght intitolato Heavy Metal Music. Avevamo già recensito la precedente prova discografica, evidenziandone la qualità e la potenza a fronte di una leggera mancanza di originalità in termini di songwriting: heavy metal di qualità ma non certo rivoluzionario, anche se l’impegno e il talento dell’ex bassista dei Metallica non si discutono. Dall’ep di esordio ad un vero e proprio album il passo è stato breve: Heavy Metal Music è composto da 11 tracce, 15 nella versione deluxe scaricabile da iTunes.

Si parte con Heroic Dose, un potente mid tempo di heavy metal di stampo marcatamente 80’s. Si prosegue con Soldierhead, brano influenzato dai Metallica, di cui abbiamo già scritto in quanto già presente nell’ep Metal. La successiva …As the Crow Flies è un altro granitico brano di heavy metal senza compromessi, forte di una ritmica potente e martellante. Ampossible si snoda a cavallo di un trascinante riffone anche se si sviluppa con una certa monotonia e staticità.

Long Time Dead è un martellante heavy thrash: uno dei brani più serrati fino a questo momento. Ottimo per timing e presa sull’ascoltatore il mid tempo di metà brano che lancia ottimamente l’assolo. Si prosegue con Above All : un brano sabbathiano forte di un riff mastodontico in termini di pesantezza, che anticipa King of the Underdogs, altra canzone già presente sull’ep Metal.

Nocturnus si muove su un riff ossessivo e cammina su coordinate monotone che mancano di mordente. La successiva Twisted Tail of the Comet torna a premere il piede sull’acceleratore, con un altro heavy thrash di buona fattura. Kindevillusion inizia con un accattivante e potente riffone che fa muovere il capoccione, mentre la conclusiva Futureality è un altro grano granitico dal retrogusto sabbathiano, che chiude un disco buono ma non strabiliante.

Promosso ma non a pieni voti questo nuovo Heavy Metal Music, un disco nel quale composizioni pesanti e cadenzate si alternano a brani più veloci. L’originalità è il punto debole di questo album, un concentrato di classico heavy thrash di stampo ottantiano, dove la voce ossessiva di Jason Newsted si muove su ritmiche ben costruite ed ottimamene eseguite. Un album che rappresenta tutto fuorché una novità nel panorama heavy metal contemporaneo, ma che farà felici tutti i fan dell’heavy metal più classico, fatto di corposi riff e cantato violento che lascia da parte la sperimentazione per offrire un prodotto definito e senza compromessi, come del resto anticipato dal titolo stesso. Nonostante Heavy Metal Music non sia un capolavoro, Jason Newsted merita in ogni caso il plauso e il rispetto del pubblico, soprattutto per il suo instancabile lavoro, la sua attitudine intelligente e rispettosa del pubblico e la sua tendenza a lasciare da parte gli atteggiamenti da star per concentrarsi sulla cosa in fondo più importante per un musicista, ovvero la musica stessa.

Alberto Staiz

@AlStaiz

Foto homepage: revolvermag.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews