New York regina delle aste d’arte

Testa reversibile con canestro di frutta, Arcimboldo

NEW YORK – Un inizio anno assolutamente grintoso quello della Grande Mela per quanto riguarda le aste, in particolare ovviamente quelle di arte. A partire dal 25 gennaio affrettatevi per sentire il colpo del martelletto che rimbomberà nelle teste di collezionisti e appassionati, alleggerendo notevolmente le loro tasche. Certo non si parla delle stesse cifre da capogiro dell’asta di Christie’s che poco più di un mese fa (3-16 dicembre 2011) ha scatenato delle vere e proprie battaglie al prezzo per aggiudicarsi vestiti e gioielli di Liz Taylor, la regina del XX secolo. Solo per dare un’idea, quattro minuti di gioco al rialzo, sino ad arrivare a 11,8 milioni di dollari, per la perla La Peregrina (stimata 2-3 milioni di dollari): il gioiello risale al XVI secolo, montato su una collana di diamanti e rubini disegnata per Liz da Cartier. Re Filippo II di Spagna fu il primo possessore della perla, tramandata poi alla Regina Margherita Elisabetta, ritratta da Velazquez con il prezioso oggetto. Richard Burton acquistò la perla per Liz nel 1969 per 37.000 dollari.

Tornando a questo nuovo anno, ecco che tra pochi giorni vedremo New York ancora protagonista, questa volta però del mercato dell’arte contemporanea e non. Ovviamente spiccano anche nomi di artisti italiani. Ancora Christie’s prepara infatti, il 25 e 26 gennaio, Old Master Paintings e Old Master Drawings, dove sono febbrili le aspettative per Testa reversibile con canestro di frutta di Arcimboldo, stimato tra i 3 e i 5 milioni di dollari. Il dipinto del pittore milanese del Cinquecento ritrae probabilmente l’Imperatore Rodolfo II, e ha la caratteristica di essere reversibile: visto di fronte è un cesto di frutta, visto allo specchio rivela i tratti del volto umano. Grande attesa anche per The Arrival of Henri III at the Villa Contarini, opera di Giovanni Battista Tiepolo, anche se il pezzo forte di tutta l’asta, in cui sono presenti capolavori di Peter Paul Rubens, Frans Hals e Thomas de Geyser, è The Virgin Nursing the Christ Child, un tondo di Hans Memling, la cui stima oscilla tra i cinque e gli otto milioni di dollari.

Venezia, Veduta delle Chiese del Redentore e di San Giacomo , Canaletto

Intorno alla stessa cifra si aggira la stima di un Canaletto che verrà battuto niente poco di meno che da Sotheby’s, Venezia, Veduta delle Chiese del Redentore e di San Giacomo (1747), stimato fra i 5 e i 7 milioni di dollari, originariamente parte di una coppia (il suo pendant si trova in una collezione privata dal 1960). L’opera, assieme a Still Life of Roses, Tulips, Peonies and Other Flowers in a Sculpted Stone Vase di Jan van Huysum (stimata 4-6 milioni di dollari), e Interior with a Child Feeding a Parrot (1668-72) di Pieter de Hooch, (stimata 1.5-2 milioni di dollari), è proprietà della moglie del magnate Charles Forte, fondatore del gruppo alberghiero di lusso Trusthouse Forte: le tre tele citate illumineranno l’asta Important Old Master Paintings & Sculture. Tra le sculture, andrà all’asta una coppia di tondi in terracotta invetriata, raffiguranti due giovani, realizzati a Firenze tra il 1470 e il 1480 da Andrea della Robbia, stimati 400-600mila dollari.

Anche la nota casa d’aste Phillips de Pury riparte dalla Grande Mela, con l’asta Modern and Contemporary Editions: 270 lotti tra i nomi classici delle edizioni moderne e contemporanee, con un highlight come Flash-November 22 di Andy Warhol del 1963 (40-60mila dollari), 11 serigrafie incentrate sull’assassionio di JFK; noti americani come Roy Lichtenstein (Mirror #, 1972, stimata 5-7mila dollari) e Jasper Johns (Face with Watch, 1996, 12-18mila dollari). Protagonisti tra gli europei Paul Klee, George Braque, Henry Matisse e Man Ray. Ma soprattutto, orgoglio nazionale, una scultura patinata in verde del nostro Lucio Fontana: Concetto Spaziale, Natura, del 1968, stimata 12-16mila dollari, quasi il triplo del Duchamp in asta, Bouche-Evier (1964-67).
Assoluto successo quindi per gli italiani nel mercato delle aste d’arte, che vedono New York come regina incontrastata del business.
Benedetta Rutigliano

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews