Neuro 2016: Italia – Belgio 2-0, pagelle azzurrabili. Toh, il Molise d’Europa

Le pagelle azzurrabili di Italia - Belgio inaugurano la non-rubrica Neuro 2016. Tra il tentato suicidio di Buffon e le urine fucsia di Giaccherini, la materia prima non manca

buffon-traversa

L’ultimo fotogramma di Buffon prima che si frantumi 3 vertebre schiantandosi al suolo (Facebook: Nazionale Italiana di Calcio)

L’Italia chiamò, e la buona notizia è che forse non siamo ancora pronti alla morte. Italia – Belgio fa spuntare più di qualche sorriso sui volti dei nazional-scettici e ridà fiducia ad una Nazionale bistrattata da ben prima del check-in per Euro 2016. Certo, anche nel 2014 partimmo asfaltando una certa Inghilterra. Quindi il sacrosanto diritto di farci una scaramantica ravanata nelle mutande in stile Loew, direi che ce l’abbiamo davvero tutti. Benvenuti a Neuro 2016, la rubrica che non è una rubrica. Iniziamo con le pagelle azzurrabili, ça va sans dire. 

BUFFON voto 6,5: l’uscita su Lukaku è più avventata di una passeggiata di Adinolfi al Gay Pride. Per sua fortuna l’attaccante dell’Everton calcia con la terza gamba e riesce ad angolare solo di 90°. Finisce perculato in mondovisione dalla D’Amico, per essersi schiantato al suolo cercando di appendersi alla traversa per esultare. VIVO, MORTO O RX

BARZAGLI voto 6,5: il Big Jim coi tacchetti è il più elegante del trio di difesa. Anche se il papillon sui parastinchi mi è parso un po’ fuoriluogo. Neutralizza Hazard mostrandogli le foto della cugina Daisy. BOH & LUKE

BONUCCI voto 7,5: Eldoleo è in formato Juve (tranne le ammonizioni, che fuori dal suolo italico stranamente arrivano). Se vede Lukaku lo prende a sportellate. Se si avvicina Fellaini lo dissuade con la fedina penale. Se una vecchina attraversa la strada le spacca un femore in tackle. Butta un pallone 50 metri in avanti e colpisce per sbaglio Giaccherini. Secondo le statistiche sarebbe assist, a noi piace immaginare fosse una sparecchiata. MACHETE KILLS

CHIELLINI voto 6,5: quando inciampa nella propria ombra dopo una progressione di 50 metri palla al piede, il coro “Ma dove cazzo volevi andare?” unisce l’Italia meglio di Garibaldi. Fa il solito lavoro sporco, ma stavolta si ricorda di pulire la scena del delitto. CSI

chiellini-euro-2016-clattenburg-italia-belgio

Chiellini scopre l’esistenza di uno strano figuro con una maglia diversa da quella degli avversari ed un fischietto (Photo by Michael Steele/Getty Images – Facebook: Nazionale Italiana di Calcio)

CANDREVA voto 7: ogni volta che il pallone arriva dalle sue parti, si ha l’impressione che possa succedere qualcosa. Di brutto, prevalentemente. Ma di fatto è l’unico a centrocampo che sappia fare più di 5 palleggi in fila. Al 93′ è più freddo dei piedi della vostra ragazza quando vi mettete a letto: vedere Pellè libero al centro, invece di calciare in faccia a quell’armadio a muro di Courtois, è un atto di generosità che non si vedeva dai tempi in cui Inzaghi ha passato quel pallone a Barone. Come? Non l’ha passato? Eh, appunto. FREEZER

PAROLO voto 6: fa più morti lui a centrocampo in 90 minuti che il conflitto nei Balcani in 10 anni. Incredibilmente esce senza né ammonizioni, né rinvii a giudizio. SFANGATA

DE ROSSI voto 7: Capitan Futuro ormai è passato remoto. Ma vedere lui titolare invece di Thiago Motta, è una boccata d’ossigeno mentre sei chiuso in ascensore con un petomane. Mette ordine e serra i ranghi. Esce perché aveva da organizzare la Breccia di Porta Pia. CONDOTTIERO DI VIA CONDOTTI (Dal 33′ st THIAGO MOTTA S.V.: di fatto non entra in campo, perché entrare implica un movimento e lui al massimo trasla sul piano cartesiano. Ammonito per intralcio alla circolazione. PIÙ IMMOBILE DI CIRO)

GIACCHERINI voto 7,5 IL MIGLIORE: l’unica spiegazione della sua prestazione è nella provetta dell’antidoping. Ci vorranno alcuni giorni per i risultati delle analisi, ma le urine fucsia promettono bene. GIACCHERINHO

DARMIAN voto 6: a spingere spinge poco. A coprire copre poco. Gioca talmente largo a sinistra che dopo 20 minuti lo mettono a controllare i tagliandini nel parcheggio. QUEL TERZINO LÀ DEVI METTERLO QUA (Dal 14′ st DE SCIGLIO voto 6: fuori Dumbo e dentro Bambi. In un obitorio c’è più grinta che sulla nostra fascia sinistra. CIALTRONE ANIMATO)

EDER voto 5,5: prestazione di sacrificio, gioco di sponda, intesa con Pellè. Oh, dite quel che cazzo volete, ma a me pare che gli unici sudamericani scarsi come la merda li naturalizziamo noi. PALETTA-BIS (Dal 31′ st IMMOBILE voto 6,5: lo vedi correre e pressare anche sul guardalinee e ti chiedi da dove sia partito il bonifico di Eder per essere titolare oggi. CIRUZZO L’IMMORTALE)

EDER

PELLÈ voto 6,5: si mangia un gol nel primo tempo che pure Bocelli l’avrebbe messo dentro. Ci mette il fisico nelle mischie a centro area e soprattutto nei mischioni in privé in discoteca. Col gol al 93′ fa bagnare in eguali misura tifosi e tifose azzurre. Con una netta prevalenza dei primi. Entra nella storia superando Maradona nel numero di gol agli Europei. MARADONA NUNN’ È MEGLIO ‘E PELLÈ

CONTE voto 7,5: gli abbiamo chiesto a gran voce un’Italia con i coglioni. Il ct equivoca e ne convoca una dozzina, poi si fa perdonare in corso d’opera e manda in campo un plotone di alcolisti, stupratori di galline e ladri di autoradio. La miscela perfetta per fare bene. Il cazzotto che Zaza gli rifila al momento del’esultanza è segno tangibile di attaccamento alla maglia. O forse un segnale della Sacra Corona Unita. IL SALVATORE CONTE

BELGIO voto 5: il secondo posto nel ranking FIFA è più falso di un fax di una fotocopia di una banconota del Monopoli. In compenso con Nainggolan, Fellaini, Witsel e Origi, il primo posto nella classifica delle acconciature di merda è saldamente al sicuro. Tutti dicono che sia uno squadrone, ma alla prova del fuoco (o del cuoco) il Belgio dimostra di non esistere. MOLISE D’EUROPA

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews