Nel laboratorio della “Scala”

Le fotografie di Alessandro Scotti, scattate nel corso degli anni nell’Atelier dell’Ansaldo, in mostra alla Triennale di Milano dal 3 dicembre al 24 gennaio 2010

di Ugo Perugini

Teatro alla Scala AtelierMILANO – Mentre restano ancora vive le polemiche dopo la prima della “Carmen”, soprattutto per la regia di Emma Dante, preferiamo occuparci di quello che accade dietro le quinte del grande teatro milanese, che spesso la gente ignora. Tutti gli allestimenti delle opere della “Scala”, come forse non tutti sanno, vengono realizzati presso l’ex stabilimento delle acciaierie Ansaldo da maestranze di grande talento che mettono a disposizione le loro capacità e competenze artistico artigianali.

Alessandro Scotti, giovane giornalista e fotografo milanese, ha voluto esplorare con l’obiettivo della propria macchina fotografica questo simbolo della Milano operosa, seguendo per alcuni anni le attività che vi si svolgevano all’interno: dalla realizzazione dei costumi, dei bozzetti,  delle scenografie, dedicando attenzione al lavoro di sarte, scultori, carpentieri, fabbri, costumisti, scenografi che nell’anonimato hanno contribuito ai successi scaligeri.

Da questo lavoro il Saggiatore ha pubblicato un libro fotografico intitolato “ Teatro alla Scala Atelier”, in edizione bilingue (italiano,inglese) con tutti gli scatti realizzati da Scotti. La mostra, gratuita, che ha visto anche il contributo di Lottomatica e Augusta finanziaria, si può visitare alla Triennale di via Alemagna 6 a Milano. Cubo C/3 fino al 24 gennaio 2010.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews