Natale 2012: i grandi libri classici da regalare

Per un appassionato di letteratura un libro è un regalo sempre gradito. In particolare, regalare un libro classico rappresenta una soluzione più economica, ma non per questo meno attraente, rispetto ad un volume di nuova uscita, decisamente più costoso. Inoltre un classico, soprattutto se già letto, rappresenta una scelta più “sicura” rispetto ad un romanzo di fresca pubblicazione, magari molto pubblicizzato ma scadente da un punto di vista letterario. Senza contare il significato profondo di regalare un libro di qualche anno fa ma che si ha a cuore a una persona a cui si vuole bene.

Ci sono libri sempreverdi, che, anche se un po’ datati, non invecchiano mai e continuano ad essere letti in tutto il mondo. E’ il caso di romanzi come Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald, Fiesta di Ernest Hemingway, La fattoria degli animali di George Orwell, Il giovane Holden di J.D. Salinger, Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde oppure uno a caso tra la vastissima produzione di Charles Dickens: romanzi che possono accontentare i gusti di tutti, che fanno sempre bella figura nello scaffale della libreria e che, nonostante siano stati pubblicati da decenni, non hanno perso nulla del loro fascino originale.

Per gli amanti della letteratura un po’ più moderna e trasgressiva gli autori da consigliare sono moltissimi: Charles Bukowski è uno scrittore che generalmente piace agli uomini (Musica per organi caldi tra le raccolte di racconti, Factotum tra i romanzi); American Psycho di Bret Easton Ellis è ormai diventato un classico della letteratura contemporanea e Chuck Palahniuk, forse il massimo scrittore di letteratura trasgressiva dei giorni nostri, può accontentare entrambi i sessi date le numerosissime tematiche affrontate nei suoi libri. Da non dimenticare nemmeno il giornalista americano Hunter Thompson, autore di Cronache del Rum e Paura e disgusto a Las Vegas, quest’ultimo reso celebre dal film con Johnny Depp e Benicio Del Toro.

Se avete amici appassionati di giallo, noir, e thriller il consiglio e di tornare alle origini di questo genere: Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie o Il lungo addio di Raymond Chandler sono romanzi che malgrado l’età non stancano mai e hanno posto le basi di questo genere letterario.

Albert Camus

Anche per gli amanti delle letteratura intrisa di filosofia e psicologia la scelta è ampia: Dostoevskij (Memorie dal sottosuolo, I fratelli Karamazov o Delitto e castigo) e Albert Camus (Lo straniero o La peste) sono senza dubbio autori imprescindibili e scelte azzeccate; senza dimenticare il Sartre de La nausea. In questo contesto anche il ceco Milan Kundera (L’insostenibile leggerezza dell’essere) presenta storie spesso romantiche intrise di vita, con ampie divagazioni nel fiabesco e nella riflessione filosofica.

Per chi volesse invece optare per una soluzione più “leggera” e di puro intrattenimento la scelta è decisamente ampia: Alta fedeltà di Nick Hornby è un buon romanzo, ormai un classico moderno, adatto soprattutto agli appassionati di musica; mentre l’Oscar Wilde de L’importanza di chiamarsi Ernesto offre una commedia sempreverde, spassosa e brillante.

Per quanti riguarda gli scrittori italiani, Cesare Pavese e Luigi Pirandello rappresentano garanzie di qualità (La bella estate o La casa in collina per il primo, Il fu Mattia Pascal per il secondo); così come Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia, uno dei primi romanzi che ha portato alla ribalta il problema della mafia.

Adatti ad un pubblico femminile i romanzi di Jane Austen (Orgoglio e Pregiudizio su tutti) e i libri delle sorelle Bronte, senza dimenticare William Shakespeare con i suoi capitoli più romantici quali Sogno di una notte di mezza estate, Romeo e Giulietta o La bisbetica domata.

Concludiamo consigliando due capolavori assoluti della letteratura americana del secolo scorso, recentemente portati sugli schermi cinematografici (con risultati diametralmente opposti): Sulla Strada, manifesto beat di Jack Kerouac e Revolutionary Road, masterpiece di Richard Yates.

La lista sarebbe infinita e non basterebbe un’antologia per citare e commentare tutti i classici della letteratura moderna e contemporanea adatti per un gradito dono natalizio. Ogni buon divoratore di libri ha i suoi personali romanzi preferiti: regalarne uno ad una persona amata rappresenta un gesto che va al di là del semplice atto di fare un regalo, bensì rappresenta una sincera volontà di condividere con un’altra persona tutte le emozioni che un buon libro ci può regalare.

Alberto Staiz

Foto homepage: http://tempolibero.pourfemme.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews