Napoli, crolla una palazzo. Si scava tra le macerie

Una foto del crollo (tgcom24.mediaset.it)

Napoli – Un palazzo è parzialmente crollato a Napoli in via Riviera di Chiaia, nella zona del Lungomare, all’angolo con via Arco Mirelli. Si tratta dello stabile dell’ex consolato francese, dove si trovano molti uffici. Sotto le macerie diverse automobili. Si teme che vi possano essere alcune vittime. Sono intervenute tre squadre dei pompieri ed è giunta anche un’ambulanza. Il traffico è stato deviato.

Il crollo ha riguardato l’area che comprende 6 finestre-balconi del primo e del secondo piano dell’edificio al civico 72. I vigili del fuoco stanno scavando tra le macerie, ma al momento non sembrano esserci né vittime né feriti. Lo stabile, che non risultava essere in condizioni critiche ed è stato sgomberato, ospita prevalentemente uffici ed è quindi alta la possibilità che sotto le macerie ci possano essere delle persone. L’edificio è a pochi passi da un cantiere dei lavori per la metropolitana di Napoli, e rimangono al momento ancora ignote le cause del cedimento, così come il reale stato del palazzo, anche se alcuni residenti sostengono che i loro palazzi, da quando sono iniziati i lavori, sarebbero scesi nel terreno per diciotto millimetri. Saranno quindi avviate alcune verifiche per constatare se i lavori per la metropolitana possano essere i responsabili del crollo. Testimoni riferiscono di aver sentito un forte rumore proveniente da una cabina elettrica localizzata proprio accanto all’ala dell’edificio crollato. Pochi istanti dopo c’è stato il boato e il crollo.

I pompieri stanno lavorando con precauzione per il timore di altri crolli. Il cedimento, riferiscono fonti della polizia, ha interessato solo una parte dello stabile che sorge poco lontano dall’edificio che ospita il consolato americano. Sul posto, oltre alle volanti e ai mezzi dei Vigili del fuoco, sono arrivate anche ambulanze per eventuali feriti. Tra i soccorritori anche il consigliere comunale Marco Nonno che, con un casco in testa, sta scavando per cercare una sua amica: «Carla abita lì, spero sia uscita presto stamattina».

Alberto Staiz

Foto homepage: www.ilmessaggero.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews