Musica: fine del monopolio della SIAE

siae fine monopolio

Roma – Piccola rivoluzione nel campo della musica. È venuto meno infatti il monopolio della SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) che da anni ormai gestisce il rapporto tra pubblico e gli artisti. Con la firma al decreto di attuazione del mercato di intermediazione, da parte del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Peluffo, si è concluso un iter iniziato già un anno fa.

In realtà nel mercato della musica e dei diritti si tratta di una piccola rivoluzione. Ogni artista infatti, non avrà più l’obbligo di rivolgersi alla Siae in qualità di intermediario, ma anzi potrà fare riferimento ad altre aziende o società che operano nel settore, incaricandole di gestire i propri diritti coperti da copyright.

Una notizia tanto attesa e accolta con favore da tanti artisti, ma anche alcuni schieramenti politici, tra tutti Italia dei Valori e Radicali. «È una data storica – ha dichiarato Cinzia Mascoli, Presidente dell’Associazione Artisti 7607 – da oggi siamo liberi di scegliere». «Le nuove entità – ha proseguito – dovranno solo rispettare l’articolo 2 del decreto, quindi essere imprese che intendono svolgere o svolgono l’attività di amministrazione e intermediazione dei diritti connessi, indipendentemente dalla specifica forma giuridica o struttura organizzativa adottata».

Questo grande cambiamento potrebbe però generare una crisi interna alla SIAE, che a tutt’oggi sembra sia indebitata per circa un miliardo di euro.

Contrariamente a quanto indicato nell’articolo, la materia oggetto di nuova regolamentazione riguarda i diritti connessi al diritto d’autore e non il diritto d’autore in senso proprio. In questo caso quindi la competenza è dell’Imaie (Istituto per la Tutela dei Diritti degli Artisti Interpreti Esecutori) e non della Siae. Ci scusiamo per l’inesattezza. 

Angela Piras

Foto: rockit.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

6 Risponde a Musica: fine del monopolio della SIAE

  1. avatar
    Mario 22/12/2012 a 07:31

    Come può una società come la SIAE essere indebitata??

    Rispondi
  2. avatar
    Alfredo 22/12/2012 a 09:50

    Egr giornalista, s’informi meglio. Il decreto parla di diritto connesso ed Imaie. La SIAE non c’entra nulla.

    Rispondi
  3. avatar
    Braccinocorto 22/12/2012 a 10:14

    La fonte sbagliata.
    È liberalizzato il mercato dei diritti connessi (ex Imaie),non quello del diritto d’autore.

    Rispondi
  4. avatar
    Angela Piras 22/12/2012 a 11:08

    Grazie per la segnalazione, ci scusiamo per l’inesattezza riportata nell’articolo. Provvederemo quanto prima alla sua rettifica.
    A.P.

    Rispondi
  5. avatar
    alberto 28/12/2012 a 09:17

    non mi pare un’inesattezza, ma un errore abbastanza grave

    Rispondi
  6. avatar
    pier58 05/01/2013 a 17:33

    Prima o dovrà crollare definitivamente questo assurdo monopolio!

    Rispondi

Rispondi a Mario Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews