Musica e polemica. Beyoncé è bianca

ansa.it

ansa.it

Beyoncé è troppo bianca. Questa è la polemica in corso nel mondo del pop, innescata dalla foto di copertina dell’ultimo album della cantantante afroamericana.

Nell’immagine, Beyoncé appare ritratta in una sensuale mise: un costume leopardato molto sexy che fa risaltare una pella decisamente bianca.

Il dibattito si è acceso nei blog e nei social network. C’è chi accusa la popstar di aver tradito le proprie origini, negando la sua appartenenza alla comunità afro americana. Ma non è la prima volta che Beyoncé appare troppo “pallida” in immagini pubbliche.

Già nel 2008 ci fu un certo clamore perché Beyoncé, allora testimonial l’Oreal, in occasione di una campagna pubblicitaria di un prodotto della linea, si mostrava con la pelle schiarita ed i capelli biondi. Identico copione che si è proposto anche l’anno scorso quando vennero divulgate alcune foto di accompagnamento al nuovo album 4.

Ora si replica ancora ma questa volta a rendere ancora più saporita la polemica per giornali di gossip & Co., oltre allo scatto, c’è anche la voce dell’esperto. O meglio degli esperti, specialisti dermatologi il cui parere sarebbe il seguente: a schiarire la pelle della regina del pop non sarebbero un paio di gradazioni in meno di Photoshop, ma un mix di medicinali. Una cura a base di acido cogico e didrossibenzene, sostanze capaci di alterare la pigmentazione dell’epidermide in virtù del loro potere “schiarente”. Verità o trovata pubblicitaria per il lancio del nuovo disco è difficile dirlo. Certo è che le sostanze non sono del tutto sconosciute al largo pubblico.

Anche Michael Jackson, anni fa, era stato additato come un grande consumatore del mix farmaceutico proprio con lo scopo di sbiancare la tonalità della pelle ritenuta troppo scura. Pare fosse la sua più tenace ossessione.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it; ilcorriere.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

7 Risponde a Musica e polemica. Beyoncé è bianca

  1. avatar
    nick 18/01/2012 a 16:22

    sono sdegnato dal fatto che vengano ancora riportate falsità e bugie sul conto di michael jackson.

    tutti sanno che era affetto da vitiligine e persino le autopsie lo hanno confermato!

    rettificate , se volete essere degni di essere chiamati giornalisti!

    http://www.mjportal.com/it/home/michael-jackson/vitiligine.html

    nicola bertovello

    Rispondi
    • avatar
      Chantal Cresta 19/01/2012 a 13:31

      Che vuole che le dica caro Nicola,
      ci si limita a riportare i fatti. Che le piaccia o meno, Michael Jackson ha goduto di questa fama. Pare che gradisse poco il colore della propria pelle e, più in generale, i propri tratti afro. Le varie plastiche facciali credo possano essere una conferma. O, se preferisce, una conferma delle tante ossessioni. Inoltre, come certamente ricorderà, fu lo stesso Jackson a confessare le proprie insofferenze somatiche durante l’intima e toccante intervista che l’artista rilasciò a Martin Bashir “Living with Michael Jackson”, andata in onda in Italia su Italia 1. Credo fosse il 2009. Ma certamente lei ne saprà più di me.
      Vero anche la questione della vitiligine. Si dice anche questo e sono certa sia vero. Ad onor del vero – già che di verità tali o presunte stiamo articolando – io ho pure sentito più di qualcuno sostenere che la disfunzione epiteliale sia stata la conseguenza indotta dai mix di farmaci. Ma forse anche queste sono invenzioni di giornalisti di poco peso e male informati.

      Rispondi
      • avatar
        Chantal Cresta 19/01/2012 a 17:16

        Pardon. Questa volta la rettifica la faccio sul serio: l’intervista-documentario che fu concessa a Bashir partì dalla metà del 2002 per arrivare all’inizio del 2003.

        Rispondi
        • avatar
          elly 19/01/2012 a 21:28

          SIgnora Cresta,
          la sua risposta a Nicola Bertovello chiarisce perfettamente la sua posizione di persone totalmente disiformata sui fatti (per parafrasare una noto romanzo).
          Il fatto che Michael Jackson abbia dovuto sopportare per tutta la vita la distorsione di qualsiasi suo gesto, non la esime (data la sua professione di giornalista) dal documentarsi …. al fine di evitare la diffusione di tali sciocchezze.
          A lei la scelta.

          E. Lucheroni

          Rispondi
  2. avatar
    nick 19/01/2012 a 21:07

    che vuole che le dica… non cara chantal … sarà per i fans di jackson e per le persone che credono alla verita’ su di lui, una “blogger” che scrive cose non vere, riportando pezzi … che girano sul web. E non ho detto “giornalista”.

    le va bene cosi?

    la verita’ è un’altra. e lei dovrebbe essere informata prima di scrivere delle cose non vere!

    per quanto mi riguarda, gia’ la questione e’ chiusa.

    non merita di commento una che dice “queste sono le voci che girano”
    si legga gli articoli sulla vitiligine di jackson ed i referti autoptici, e si comporti come persona informata.

    non la saluto nemmeno.

    vediamo se altre persone commenteranno il suo post… successivo al post “errato” iniziale

    Rispondi
  3. avatar
    Claudia Mancini 19/01/2012 a 21:14

    Credo sia opportuno una volta per tutte fare chiarezza nonché porre fine alle costanti, maligne e gratuite illazioni su di un uomo innocente il quale, ricordiamolo, è scomparso prematuramente il 25 giugno 2009 alla cui anima a quanto pare non è consentito riposare in pace poichè costretta a sopportare per l’ennesima volta il peso del pregiudizio e della disinformazione.
    A tal proposit…o mi permetto di allegarVi parte della documentazione, davvero esigua rispetto alla grande quantità di materiale facilmente reperibile, che smentisce totalmente queste illazioni nella speranza che, una volta presa visione della suddetta Voi possiate diffondere la verità. Del resto non dovrebbe consistere in questo il ruolo del giornalista? Informare sulla base dei fatti.
    Ecco quindi della documentazione sulla vitiligine,malattia di cui il cantante soffriva dagli anni‘80, ma che la stampa ha sempre ignorato perchè è più comodo inventare e diffondere leggende metropolitane sullo sbiancamento causandogli grande sofferenza.

    http://www.youtube.com/watch?v=wB3JB8ZOJto

    http://www.asnpv.it/ASSOCIAZIONE/ASNPV-Onlus-VI…tti-cure-terapie.asp

    Vi informo infine che la patologia sopra ampiamente descritta è risultata anche DA DUE referti autoptici effetttuati sul corpo dell’artista dopo la sua morte nel giugno 2009.
    Sarebbe davvero gradita e doverosa una smentita all’articolo da parte vostra. Dimostrerete di non essere disinformati, di fare buona informazione e non solo inutile gossip e di meritarvi di essere definiti giornalisti
    Grazie

    Rispondi
  4. avatar
    Chantal Cresta 20/01/2012 a 13:10

    Allora,
    spiacente per le vostre accanite tifoserie ma, insisto: mi sono limitata a ricordare il fatto che l’artista in questione è stato conosciuto dal largo pubblico anche per questo suo abuso di farmaci. Ci credete? Non lo volete fare? Accomodatevi. Resta, tuttavia, il fatto che questa era una nomea di cui non si discute, in questa sede, la veridicità ma l’assonanza con la vicenda di Beyoncé. Tema della notizia. Una giovane e felice neo-mamma che, a mio avviso, sta benone ma per lanciare un disco si fa questo ed altro.
    Per quanto riguarda le sciocchezze, condivido il vostro malessere: anche io ne sento tante.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews