Mourinho inventa l’autoespulsione: l’Uefa non ci sta e apre un’inchiesta

AMSTERDAM - Genio o povero diavolo? Il rischio è che il dibattito tra sostenitori e detrattori di Josè Mourinho si sposti dai bar dello sport alla commissione disciplinare dell’UEFA, dopo l’ennesima, incredibile “mourinhata”. Nome in codice: autoespulsione.

Josè Mourinho continua a far parlare di sè (soccernews.com)

IL (MIS)FATTO - Mancano 10 minuti alla fine del match, Ronaldo ha appena messo in rete il gol del 4-0 all’Ajax e la partita può dirsi bella che conclusa. A Mourinho, però, non vanno giù le due ammonizioni rimediate da Xabi Alonso e Sergio Ramos, che costituiscono diffida e quindi rischio di squalifica per i due giocatori, in caso di cartellino giallo in una delle prossime partite. Come ottimizzare allora la situazione, se non facendo scontare il turno di squalifica ai due giocatori nella prossima ininfluente partita con l’Auxerre? La fotosequenza del primo video (sottotitolato in spagnolo) è eloquente: Mourinho convoca a sé Chendo, delegato del Real Madrid sempre presente in panchina, e gli spiega il suo piano. L’ex terzino evidentemente è soddisfatto della proposta dello SpecialOne, così Mourinho può parlare con Dudek, portiere di riserva, e spedirlo dietro la porta del Real Madrid a parlare con Iker Casillas. Il capitano confabula con Sergio Ramos, difensore centrale, che ha il compito di passare l’ordine a Xabi Alonso e di autoespellersi a sua volta. In pochi minuti succede l’incredibile (secondo video): Xabi Alonso cincischia sul pallone a gioco fermo, tarda il rilancio e si becca il secondo cartellino giallo, che accetta senza minimamente battere ciglio. Tre minuti e scocca l’ora della seconda vittima: Sergio Ramos deve battere un rinvio dal fondo, ma pur di perdere tempo si aggiusta l’orlo dei calzettoni. I giocatori dell’Ajax protestano, il pubblico ruggisce e l’arbitro sollecita Ramos con un nuovo fischio. Non è abbastanza per il cartellino. Sergio Ramos allora prende la rincorsa, si incammina verso la palla e si ferma di nuovo. L’arbitro non può fare altrimenti stavolta: secondo giallo e doccia per Sergio Ramos, che si allontana dal campo senza accennare la minima protesta. Anzi, stringendo la mano all’arbitro. Il finale lo recita lo stesso Mourinho davanti alle telecamere, con un’interpretazione da Oscar: «Non mi è piaciuto l’arbitro. Era una partita tranquillissima, non capisco come abbia potuto mostrarci così tanti cartellini. Gli ultimi due poi, per delle fesserie…».

CRITICHE E INDAGINI - La Spagna calcistica è inferocita dal metodo Mourinho: il direttore di As ha tuonato con un editoriale di fuoco contro don Josè, inchiodato dalle eloquenti immagini video, ricordandogli che mai la Spagna e il Real Madrid hanno offerto uno spettacolo di tale bassezza ed antisportività. Già, antisportività. Il problema sta proprio lì: è antisportivo “autoespellere” i propri giocatori a comando? Non c’è nessuna norma UEFA o FIFA che regoli una fattispecie del genere, probabilmente anche perché mai si era presentato un caso simile fino ad ora. O meglio, mai in maniera così palese. Gli almanacchi sono pieni di giocatori che vanno a caccia della squalifica nella partita inutile per preservarsi nel big-match, ma mai un tecnico era riuscito ad elaborare un’idea del genere e trasmetterla al campo nell’arco di dieci minuti. Ahilui, sotto gli occhi ben troppo attenti delle telecamere. L’UEFA, nel frattempo, ha fatto sapere di avere intenzione di studiare il referto arbitrale e le immagini tv prima di pronunciarsi. Tempo perso. Dopo aver riscritto gli albi d’oro del calcio internazionale, è giunta l’ora di mettere mano sul regolamento del gioco del calcio. Cos’è questa, se non l’ennesima sfida del mago Mourinho?

Francesco Guarino

VIDEO 1: LA FOTOSEQUENZA DI AS, CON LE ISTRUZIONI DI MOURINHO DALLA PANCHINA AL CAMPO

VIDEO 2: LE IMBARAZZANTI ESPULSIONI (SENZA PROTESTE) DI XABI ALONSO E SERGIO RAMOS

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Mourinho inventa l’autoespulsione: l’Uefa non ci sta e apre un’inchiesta

  1. avatar
    Carki 25/11/2010 a 18:24

    Che sbruffone!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews