MotoGP: uno straordinario Stoner espugna il Qatar. Rossi migliora

 

Stoner felice al parco chiuso (motorcyclistonline.com)

Losail, Qatar – Casey Stoner dimostra di imparare dagli errori del passato e conquista con una condotta di gara molto intelligente la prima vittoria stagionale. L’australiano, più prudente del consueto nelle fasi iniziali, cambia passo a metà gara e si lascia alle spalle uno stoico Lorenzo. Terzo posto per quel Dani Pedrosa che i vari turni di prova sembravano segnalare come l’unico possibile antagonista del canguro

LA GARA – Parte con il consueto scatto a molla Dani Pedrosa, che guadagna subito la testa della corsa. Ma Jorge Lorenzo non ci sta. Il campione del mondo è perfettamente consapevole del grande passo delle Honda ed ha capito che l’unico modo per impedirgli la fuga è “tapparle” da davanti. Il maiorchino sorpassa dunque prima Stoner e poi, di forza, anche il connazionale Pedrosa. Discreta anche la partenza di Rossi che guadagna nei primi metri, salvo poi ritrovarsi largo e doversi lasciar sfilare da diverse moto.

Ad ogni modo, il progetto di Lorenzo ha vita breve: presto Jorge si ritrova schiacciato a panino tra le Honda Repsol. Stoner e Pedrosa lo precedono, Dovizioso lo segue. Con Andrea, anche Marco Simoncelli. Nel frattempo, il team Pramac perde in pochi minuti sia De Puniet, caduto, sia Capirossi, costretto al ritiro.

In un paio di giri, si delinea lo scenario previsto dopo il week-end di prove. Stoner e Pedrosa  fanno la differenza e si contendono la leadership, mentre gli altri restano in lizza per il gradino più basso del podio. Rossi è sesto e prova il recupero sul gruppetto di testa ma il suo passo è di qualche decimo più lento.

Rossi su Ducati (ducatinewstoday.com)

Dopo 8 giri, è Pedrosa a guidare stabilmente la gara. Pochi si sarebbero aspettati che tra i 2 piloti HRC sarebbe stato lo spagnolo ad avere la maglio. L’australiano gli sta comunque addosso, mentre Lorenzo si assesta, solitario, in terza posizione.

A metà gara, Stoner sferra l’attacco e prova la selezione, abbassando il ritmo. In due settori, Casey ha già un secondo di vantaggio. E Pedrosa pare  cedere di schianto, facendosi recuperare e sorpassare da Lorenzo. Grandi emozioni anche per Rossi in lotta con Spies: dopo aver subito il sorpasso dal texano, il Dottore perde l’anteriore e rischia la caduta.

Con 5 giri ancora da fare, la gara si infiamma: Pedrosa continua a riprendere la posizione su Lorenzo nel dritto, mentre Sic e Dovizioso sono in bagarre per la quarta piazza.

Lorenzo trova a due giri dal finale il sorpasso vincente, relegando Pedrosa, possibile candidato alla vittoria, in terza posizione. La scena  è però tutta per Casey Stoner, che ha suggellato con questa gara un inverno di grandi promesse. Medaglia di legno per Dovizioso, che si piazza davanti a Supersic e Spies.

Settimo posto per Valentino Rossi: il nove volte campione del mondo ha comunque di che essere soddisfatto per i suoi riscontri cronometrici. Il gap finale rispetto a Stoner è di 16 secondi ma, nella parte centrale della gara,  i tempi realizzati si sono dimostrati all’altezza di quelli degli italiani che lo hanno preceduto. Certo, all’inizio dell’avventura con Ducati, ci si sarebbe atteso di più ma, per come si erano messe le cose, si tratta di un buon punto di partenza per gli appuntamenti a venire.

Prossimo appuntamento il 3 Aprile a Jerez de la Frontera, primo dei quattro appuntamenti spagnoli in calendario.

 

Ecco la classifica completa del GP del Qatar:

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 22 giri in 42’38.569
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 3.440
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 5.051
04- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 5.942
05- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 7.358
06- Ben Spies – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 10.468
07- Valentino Rossi – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 16.431
08- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 26.293
09- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 16.431
10- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 28.920
11- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 34.539
12- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team MotoGP – Ducati Desmosedici GP11 – + 34.829
13- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 37.957

Mara Guarino

Foto via: world.honda.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews