MotoGP, test Jerez: Stoner davanti a Lorenzo nel finale; Rossi arranca

Jorge Lorenzo (Yamaha MotoGP via Twitter)

Jerez de la Frontera, Spagna – Cambia lo scenario ma non l’esito finale: anche sul tracciato spagnolo di Jerez, dove si è inaugurata quest’oggi l’ultima sessione di test ufficiali della classe regina prima del fatidico esordio delle nuove 1000cc in Qatar, è Casey Stoner a far segnare il miglior tempo a fine giornata. L’1.39.146, stampato dal campione del mondo in carica nel tardo pomeriggio, non deve tuttavia far pensare a un dominio assoluto della Honda. L’acuto finale dell’australiano è infatti arrivato al termine di una giornata che ha visto comunque entrambe le Yamaha ufficiali in grande spolvero.

La M1, che quest’oggi ha portato in pista la nuova livrea, conferma di essere nata sotto una buona stella. Jorge Lorenzo, secondo nella classifica generale dei tempi, si è come sempre mostrato molto consistente e potrebbe rivelarsi un cliente particolarmente scomodo nella riconferma al titolo di Stoner. Anche se è impossibile emettere sentenze definitive sulla competitività delle moto prima di Losail, l’impressione è che il passaggio alla nuova cilindrata abbia diminuito il gap prestazionale tra le creature dei due colossi giapponesi.

Da non trascurare neppure la prova di Dani Pedrosa, terzo ma staccato di quasi mezzo secondo dal team-mate iridato. Lo spagnolo deve insomma darsi da fare se non vuol perdere la scia di Stoner tanto in pista quanto ai box. Se la stagione 2012 si rivelasse nuovamente al di sotto delle aspettative, non è infatti da escludere che Daniel perda il suo posto al sole in HRC. Quarta piazza per Ben Spies, che precede la Yamaha non ufficiale di Cal Crutchlow. A seguire un altro pilota a stelle e strisce, il ducatista Nicky Hayden.

La nuova livrea della GP12 (motorcyclenews.com)

In effetti, a destare particolare preoccupazione alla luce di questi risultati è proprio la prova della GP12. Malgrado la sesta piazza, il numero 69 paga un ritardo di 1,4 secondi da Stoner. E il distacco si fa ancor più impietoso nel caso di Valentino Rossi, il cui miglior giro non è andato oltre l’1.774. Il Dottore è quindi solo nono. Davanti alla sua Desmosedici, Alvaro Bautista e Andrea Dovizioso, che proprio quest’oggi festeggia il suo compleanno.

Dati interessanti arrivano poi anche dalle CRT, che vedono in Randy De Puniet il loro leader incontrastato. Il francese si è infatti tolto la soddisfazione di mettere le sue ruote davanti a quelle di alcuni prototipi, anche se non ufficiali. Impressiona poi proprio il ritardo di appena un decimo di secondo da Rossi.

Alle spalle di De Puniet anche la Ducati di Barbera, che, nel corso dei test malesi, non aveva invece affatto sfigurato. Molto attardati gli altri italiani. L’occasione del riscatto è fissata già per domani.

La classifica ufficiale di questa prima giornata:

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’39.146 (54 giri)
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.273 (76 giri)
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.433 (60 giri)
04- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.838 (71 giri)
05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.984 (74 giri)
06- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – 1.366 (77 giri)
07- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.399 (56 giri)
08- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.519 (46 giri)
09- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.774 (64 giri)
10- Stefan Bradl – LCR Honda – Honda RC213V – + 1.837 (64 giri)
11- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 1.869 (39 giri)
12- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.242 (72 giri)
13- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 2.457 71 giri)
14- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 3.147 (59 giri)
15- Franco Battaini – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.257 (72 giri)
16- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 3.316 (56 giri)
17- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda – + 3.509 (49 giri)
18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 3.604 (39 giri)
19- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.860 (59 giri)
20- Yonny Hernandez – Avintia Racing – FTR Kawasaki – + 4.291 (49 giri)
21- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.331 (61 giri)
22- Ivan Silva – Avintia Racing – FTR Kawasaki – + 4.879 (60 giri)

Mara Guarino

Foto homepage via: motorcyclenews.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews