MotoGP, Silverstone: pole super per Marquez. Gran lotta con Lorenzo

Marquez MotoGP

Marc Marquez (@marcmarquez93 via Twitter)

Silverstone – Eccezionale lotta a due per la conquista della pole della MotoGP: Jorge Lorenzo si è presentato in Gran Bretagna intenzionato a dare del filo da torcere al terribile ragazzo del team Hrc ma, ancora una volta, è costretto a piegarsi alla superiorità dell’accoppiata Marquez-Honda. I due hanno comunque dato vita a uno spettacolo impagabile, fatto di giri veloci che sono andati di volta in volta sgretolare il record della pista. Lontanissimi tutti gli altri, con Crutchlow che centra un’ottima terza piazza patendo però un distacco di sette decimi dalla vetta. Per Cal la prima fila è ancora più positiva alla luce della doppia caduta di questa mattina.

Regolati dai compagni di squadra Pedrosa e Rossi: Dani è quinto a 933 millesimi dal team-mate, patisce un distacco di un secondo abbondante dal miglior crono Valentino.

Q1 – Centra in scioltezza l’obiettivo minimo qualificazione in Q2 Bradley Smith, autore del miglior crono nella prima sessione di qualifica del pomeriggio. La seconda piazza è invece affare CRT, con Colin Edwards che va a precedere di un soffio Randy De Puniet. Nulla da fare invece per le due Ducati Pramac del convalescente Andrea Iannone e di Michele Pirro, ancora una volta chiamato a destreggiarsi tra l’attività di collaudatore e il ruolo di sostituto di Ben Spies.

Q2 – Brutta caduta nel corso delle FP4 per Aleix Espargaro, che non scenderà quindi in pista questo pomeriggio, in attesa di valutare quali saranno le sue possibilità di recupero fisico in vista della gara di domani.

Come spesso accade è Jorge Lorenzo a fissare il primo tempo di riferimento in 2.01.497, un crono di interesse già notevole, che viene però spazzato via nel giro di breve tempo dal solito eccezionale Marquez, più rapido di due decimi. La sfida è davvero a due in questa fase: il maiorchino migliora e si riporta in vetta, ma Marc gli è di nuovo vicino. I due spagnoli sono separati di soli 30 millesimi e hanno per il momento creato un distacco abissale sugli inseguitori.

Rapido giro di cambio gomme e tutti nuovo in pista per cercare di fare ancora meglio. Obbligato a migliorarsi Valentino Rossi, che non ha sfruttato al meglio la sua prima uscita in pista. Lorenzo è scatenato e abbassa di altri 398 millesimi ma Marquez fa ancora meglio e abbassa di un altro decimo.

Maverick Vinales Moto3

Maverick Viñales (eniracing.com)

Moto3 – Suona la carica Maverick Viñales, che conferma il suo ottimo feeling con la pista britannica di Silverstone con una pole record: 2.13.507 è il tempo che permette allo spagnolo di lasciarsi alle spalle – staccato di circa due decimi –  il connazionale Alex Rins, unico pilota in qualche modo in grado di avvicinare il tempo del numero 25. Terza piazza per l’ancora acciaccato Luis Salom, lontano dal miglior tempo di queste qualifiche di oltre quattro decimi. Ad aprire la seconda fila si rivede la Honda del sempre ottimo Jack Miller, che va a precedere Jonas Folger e Alex Marquez, protagonista di un high-side nelle fasi centrali del turno. Primo pilota tra le file degli italiani è Niccolò Antonelli, nono.

Moto2Distacchi decisamente più contenuti nella middle-class, che vede i tre piloti della prima fila separati tra loro da soli 4 centesimi. La gara promette scintille ma, al momento, a festeggiare è il giapponese Nakagami che beffa Scott Redding – evidentemente intenzionato a dare il meglio di sé davanti al pubblico di casa – e il francese Zarco – sin qui protagonista di un ottimo fine settimana.  Vicinissimi ai tempi dei migliori anche i ragazzi della seconda fila: Rabat è quarto ma sconta un distacco di soli 88 millesimi; accanto a lui, Thomas Luthi e Pol Espargaro. Dodicesima piazza per Mattia Pasini, primo tra gli italiani in pista.

La classifica delle qualifiche MotoGP:

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’00.691
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.128
03- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.734
04- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.867
05- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.933
06- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 1.418
07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.432
08- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.561
09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.598
10- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.718
11- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 3.341 (CRT)
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – senza tempo (CRT)

13- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 (CRT)
14- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
15- Michele Pirro – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13
16- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13
17- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 (CRT)
18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
19- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 (CRT)
20- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
21- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
22- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
23- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 (CRT)

Mara Guarino

Foto homepage via:

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews