MotoGP, test Sepang: testa a testa tra Pedrosa e Lorenzo. Quarto Rossi

Pedrosa box Sepang MotoGP

Pedrosa ai box (crash.net)

Sepang – Meteo clemente ma condizioni di grip non ancora ottimali per la prima giornata di test della MotoGP, appena giunta al termine sulla pista malese, dove alta era la curiosità per questa prima sessione di prove del 2013. Come prevedibile, sono gli spagnoli a capitanare la classifica, con Dani Pedrosa che va a precedere di soli 8 millesimi il rivale Yamaha Jorge Lorenzo. Il maiorchino s’inserisce dunque tra i due iberici del team Honda Repsol, che piazza anche uno straordinario Marc Marquez in terza posizione.

Ancor più della casella occupata in classifica quel che sorprende del campione in carica della middle-class, a una delle due primissime prove in sella alla Hrc, è il distacco dai due veterani al comando: a separare Marquez dal team-mate Pedrosa sono solo 44 millesimi. I riscontri cronometrici sono ancora per tutti assai distanti dal limite ma la prova di Marc, capace di stare al passo dei migliori della categoria senza troppa fatica, ne fa un protagonista ormai certo della lotta per il podio in vista della stagione a venire.

Quarta piazza per Valentino Rossi, che  chiude a 4 decimi dal miglior riscontro fatto registrare da Pedrosa. Dal box del pesarese, che ha anche potuto riprovare l’ebbrezza della vetta della classifica nel corso della giornata, salvo poi rimanere più attardato nel corso del pomeriggio quando ha concluso anticipatamente rispetto ai colleghi il proprio lavoro, traspare comunque una certa soddisfazione: l’entità del gap non è banale ma la confidenza ritrovata con la M1 lascia ampio spazio alla possibilità di ricucire progressivamente il divario nei giorni a venire.

Quinto posto in classifica per Stefan Bradl che, con la sua Honda privata, precede la Yamaha clienti di Cal Crutchlow, a sua volta incalzato da Alvaro Bautista. Grandi difficoltà per le Ducati, piuttosto attardate dalla vetta. Nonostante alla vigilia fosse stata più volte ribadita la necessità di lavorare con metodo e costanza allo scopo di testare al meglio tutto il materiale disponibile, il distacco di Hayden non può che suscitare una certa impressione: lo statunitense, unico veterano di un pacchetto piloti completamente rinnovato, è staccato di oltre due secondi dal miglior crono di Pedrosa. A precederlo persino due test rider,  Nakasuga e Akiyoshi. Solo tredicesimo Andrea Dovizioso, alle spalle di un altro debuttante nella classe regina, Bradley Smith.

Va ancora peggio ai ducatisti del team Pramac: l’esordiente Andrea Iannone paga un ritardo superiore ai 3 secondi, ma è comunque davanti al compagno di squadra Ben Spies. Per lo statunitense, ai problemi di adattamento alla Desmosedici si aggiungono anche condizioni fisiche non ancora ottimali.

La classifica ufficiale di questa prima giornata di test:

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’01.157 (49 giri)
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.008 (58 giri)
03- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.044 (62 giri)
04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.427 (56 giri)
05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.632 (59 giri)
06- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.724 (64 giri)
07- Alvaro Bautista – Go & Fun Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.824 (59 giri)
08- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Test Team – Yamaha YZR M1 – + 1.811 (58 giri)
09- Kousuke Akiyoshi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 1.815 (69 giri)
10- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.179 (62 giri)
11- Wataru Yoshikawa – Yamaha Test Team – Yamaha YZR M1 – + 2.299 (46 giri)
12- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.303 (56 giri)
13- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.378 (48 giri)
14- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.625 (58 giri)
15- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 3.126 (56 giri)
16- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 3.343 (57 giri)
17- Ben Spies – Ignite Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 3.929 (21 giri)
18- Takumi Takahashi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 3.997 (70 giri)
19- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.312 (41 giri)
20- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 4.499 (50 giri)
21- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 4.537 (54 giri)
22- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.596 (29 giri)
23- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.762 (48 giri)
24- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 5.269 (38 giri)
25- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 5.350 (43 giri)
26- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 5.858 (46 giri)
27- Bryan Staring – Go & Fun Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 5.887 (41 giri)
28- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 7.049 (25 giri)

Mara Guarino 

Foto homepage via: crash.net

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews