MotoGP: Rossi c’è! Vale è terzo, alle spalle di Stoner e Dovizioso

 

Arrivano finalmente i risultati per la coppia Rossi-Ducati (motorcyclenews.com)

Le Mans, Francia – Tanto tuonò che piovve. Ha in effetti avuto un bel da fare, in questi giorni, Marco Simoncelli per difendersi dalle accuse di correre in maniera pericolosa; eppure, tutto il lavoro fatto a suon di smentite e dichiarazioni è stato vanificato quest’oggi con una brutta manovra che ha causato la caduta di Dani Pedrosa. Lo spagnolo, vittima incolpevole, ne esce oltretutto con una spalla rotta.

Chi può gioire è però Valentino Rossi, per la prima volta terzo dall’inizio della sua nuova vita in Ducati. Ottimo secondo posto per Andrea Dovizioso.

LA GARA – Nonostante per la prima volta in questa stagione non scatti dalla prima fila, Dani Pedrosa sfoggia l’ennesima partenza turbo, portandosi davanti ai compagni di squadra Stoner e Dovizioso. Alle loro spalle, bagarre tra Simoncelli e Lorenzo. In poche tornate, una serie di sorpassi avvincenti: Lorenzo su Dovizioso e Supersic, Stoner sul team-mate Pedrosa.

Niente male nemmeno le prime tornate di Valentino Rossi, che, dopo un buono scatto dal via, si assesta in sesta piazza, dietro a Dovizioso. Nel frattempo, Simoncelli recupera la terza posizione e tenta di ricucire, a suon di giri veloci, il piccolo strappo creatosi con le Honda di casa Repsol. Affanno per la Yamaha di Lorenzo, che apre il gruppetto degli inseguitori costituito da Dovizioso e Rossi.

Con 20 giri ancora tutti da disputare, Stoner tenta l’affondo. L’intento è quello di sbarazzarsi di Pedrosa che, però, non molla l’osso. Le Honda paiono davvero fare storia a sé qui a Le Mans: lo strapotere dei giapponesi di Tokyo è ulteriormente confermato dall’infilata di Dovizioso su Lorenzo. Il numero 46 li osserva da dietro, la distanza è piuttosto contenuta.

A metà gara, la situazione in testa va delineandosi. Pedrosa cede, rischiando di doversi preoccupare di più di un’eventuale rimonta di Simoncelli che della vittoria. Il grosso delle emozioni arriva però dal trio Rossi –Dovizioso –Lorenzo, così vicini da lasciar sperare una bella lotta per la quarta piazza nel finale.

A 11 giri dal termine, uno scossone alla corsa arriva dalla brutta caduta di Pedrosa, complice l’incrocio di traiettorie con Simoncelli che, nel frattempo, lo aveva raggiunto. Brutta manovra quella di Supersic che, per evitare il controsorpasso di Dani, è andato a chiudergli la porta mollando i freni, nonostante Pedrosa avesse già guadagnato la traiettoria ideale.

Proprio in questi giorni, la condotta di gara, spesso al limite, dell’italiano era finita sotto accusa da parte dei suoi colleghi. E, puntuale, arriva infatti la riposta della direzione gara, che lo sanziona con un ride-through.

Dalla clinica mobile giunge, a breve tempo di distanza, anche la triste notizia dell’infortunio di Pedrosa. Come se non bastassero i 20 punti persi immeritatamente, la sfortuna si accanisce con la rottura di una spalla.

 

Protagonista, in negativo, della giornata è Marco Simoncelli (motorcyclenews.com)

Chi ne approfitta è certamente Lorenzo che potrebbe portare a casa punti pesanti in ottica mondiale malgrado un week-end nato storto. Mal che vada, infatti, la leadership del campionato sarà infatti mantenuta proprio dal maiorchino.

Ma Rossi non sta certo a guardare: 2 posti sul podio, 3 piloti in lotta. Lorenzo è il primo a cedere, complice un lungo. Valentino e Dovizioso, invece, infiammano il finale con una serie lunghissima di sorpassi e controsorpassi. Alla fine, sarà proprio il forlivese ad avere la meglio ma Rossi può finalmente riassaporare l’emozione del parco chiuso. Lorenzo è quarto; quinto Simoncelli, bravo a recuperare dopo il passaggio ai box.

Prossimo appuntamento il 5 Giugno sul tracciato catalano del Montmelò.

La classifica ufficiale del GP di Le Mans:

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 28 giri in 44’03.955
02- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 14.214
03- Valentino Rossi – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 14.564
04- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 21.075
05- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 31.245
06- Ben Spies – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 31.609
07- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 35.566
08- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 51.502
09- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1’03.731
10- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 1’03.885
11- Toni Elias – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1’04.068
12- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1’04.192
13- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – a 2 giri

 

 

Mara Guarino

Foto via: motorcyclenews.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews