MotoGP, Phillip Island: Lorenzo strappa la pole a Marquez. Terzo Rossi

Jorge Lorenzo Phillip Island MotoGP

Jorge Lorenzo (yamahamotogp.com)

Phillip Island – Lo spagnolo Jorge Lorenzo si prende la pole position australiana. Il maiorchino, nella prima parte del turno incolpevolmente responsabile della morte di un gabbiano non abbastanza rapido da evitare l’impatto con la sua M1, sigla un tempo da record e relega al secondo posto il sempre ottimo Marc Marquez. Buona terza posizione per Valentino Rossi, parso nel corso del fine settimana competitivo anche in termini di passo gara. Sulla corsa di domani grava tuttavia l’incognita gomme: tra le ipotesi considerate, anche l’eventualità di ridurre i giri complessivi.

Qualifiche piuttosto opache per Dani Pedrosa, che partirà dalla seconda fila insieme a Bautista e Crutchlow. La quinta piazza non rende tuttavia giustizia sul suo potenziale da podio.

Q1 – Sono Dovizioso e Iannone i piloti che si aggiudicano il passaggio alle Q2. Si deve quindi questa volta arrendere al potere delle MotoGP Aleix Espargaro, che scatterà dalla tredicesima casella di partenza in griglia. Meglio di lui fanno però Edwards e De Puniet, direttamente qualificati in Q1.

Q2 – Partenza sui generis per Lorenzo che, non appena sceso in pista, incappa in un povero gabbiano che rimane vittima della sua M1, cui resta incastrato. Jorge fa comunque segnare il miglior tempo ma Marc Marquez glielo strappa senza troppi problemi poco dopo. Cadute nel frattempo per De Puniet e Edwards.

Passaggio ai box e nuova gomma da tempo per i piloti. Questa volta sono Rossi e Pedrosa a fare strada per primi, mentre Marquez e Lorenzo si attardano maggiormente con i loro meccanici. Non irresistibile in realtà il primo tentativo di assalto al cronometro del Dottore, che si accontenta della quarta piazza provvisoria. Abbassa invece nuovamente Marquez, che migliora di altri due decimi; solo Lorenzo sembra poterlo impensierire: gran tempo per il maiorchino, che abbatte anche il muro dell’1.28.

Moto3 – Sarà ancora una volta il leader della classifica Luis Salom a scattare dalla pole position nella entry-class. Jonas Folger e Efren Vazquez saranno accanto a lui in prima fila, mentre si fermano solo in seconda linea i suoi contendenti iridati Maverick Viñales e Alex Rins, quinto. Impressionante qualifica per Ana Carrasco, settima; primo degli italiani è Niccolò Antonelli, dodicesimo.

Moto2 – Tante cadute, anche di nomi eccellenti, nella middle-class: mentre Pol Espargaro viaggiava verso la pole, il leader della classifica Scott Redding incappava in una caduta che ne ha reso necessario il passaggio dal centro medico. Si sospetta una frattura al polso che potrebbe ovviamente compromettere la sua partecipazione alla gara di domani. Caduta senza conseguenze per Tito Rabat, secondo a precedere Jordi Torres. Buona qualifica per Alex De Angelis, che partirà dalla quarta piazza per quella che si preannuncia una corsa infuocata. L’usura eccessiva degli pneumatici Dunlop ha infatti imposto ridurre la distanza di gara a soli 13 giri.

La classifica ufficiale della MotoGP:

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’27.899
02- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.221
03- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.748
04- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.814
05- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.849
06- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.910
07- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.042
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.396
09- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.761
10- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.857
11- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 2.365 (CRT)
12- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.836 (CRT)

13- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 (CRT)
14- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
15- Yonny Hernandez – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13
16- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
17- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
18- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – ART GP13 (CRT)
19- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
20- Luca Scassa – Cardion AB Motoracing – ART GP13 (CRT)
21- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 (CRT)
22- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
23- Damian Cudlin – Paul Bird Motorsport – PBM 01 (CRT)

Mara Guarino 

Foto homepage via: yamahamotogp.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews