MotoGP, Mugello: orari e anteprima della nona tappa del motomondiale

L'epilogo del Sachsenring (motorcyclenews.com)

Barberino di Mugello – Il motomondiale è pronto al suo giro di boa. E non c’era forse pista migliore del Mugello per tirare le fila della prima parte della stagione e chiudere quel trittico di gare europee che, nel corso dell’ultimo mese, ha visto impegnati piloti e team in un tour de force di 3 gare in altrettante settimane. Dopo l’attesissimo GP d’Italia, una meritata pausa di una decina di giorni e, quindi, la partenza per gli Stati Uniti, dove Laguna Seca e Indianapolis potrebbero cambiare le sorti di un campionato sempre più in bilico.

La classifica è serratissima: Jorge Lorenzo è attualmente al comando con 160 punti; segue a quota 146 Dani Pedrosa, che stacca di 6 lunghezze il compagno di squadra Casey Stoner. Il borsino del Sachsenring vede però i piloti HRC in netta risalita. Se lo spagnolo è atteso alla riconferma, così da allontanare le critiche di quanti lo vogliono vincente solo sul tracciato tedesco e in poche altre occasioni, l’australiano arriva in Italia dopo una rovinosa caduta alla penultima curva, che fiaccherebbe il morale di chiunque.  Il campione del mondo in carica non è però tipo da rimpianti: la Honda vista in Germania può vincere dappertutto e il titolo è tutt’altro che perso. Paradossalmente, è quindi Lorenzo il pilota che, forse, deve più preoccuparsi dopo il distacco abissale rimediato la scorsa settimana. Una gara non perfetta può capitare, vietato però pagare un pegno così pesante anche tra i colli toscani.

Così nel 2011 – Vincitore della scorsa edizione è stato proprio l’alfiere della Yamaha, autore in Italia di una tipica gara alla Lorenzo: il cambio di marcia a metà gara gli ha permesso di recuperare e allungare su Stoner, sorpassato nel finale anche da un ottimo Andrea Dovizioso, all’epoca ancora in sella a una Honda. Il forlivese, forte dei due podi recentemente conquistati, ha già dichiarato di volersi replicare, se non addirittura migliorare, anche quest’anno.

La tribuna 58 (derapate.it)

Statistiche e curiosità – Al Mugello, record è sinonimo di  Valentino Rossi, e non solo per il numerosissimo popolo giallo che affolla costantemente prati e tribune. Il Dottore ha vinto qui come nessun altro: un successo in 125, una vittoria in 250 e ben 7 centri nella classe regina, di cui è stato dominatore indiscusso dal 2002 al 2008. Tante gioie ma anche qualche dolore, come il brutto incidente del 2010. Tra le gare epiche per i colori italiani, da segnalare sicuramente il 2005, con 4 italiani nelle prime 4 posizioni. Con Rossi sul podio anche Max Biaggi e Loris Capirossi; quarto posto per Melandri. Da rivedere assolutamente anche Mugello 2000 con Capirossi vincitore dopo gli errori commessi, nel finale, da Rossi e Biaggi che, con lui, avevano a lungo battagliato.

Un’attenzione particolare meritano poi le iniziative che saranno dedicate al ricordo di Marco Simoncelli. Al Sic sarà dedicata la tribuna posta in corrispondenza delle Arrabbiate: la “Tribuna 58” sarà ufficialmente inaugurata il 15 luglio. In occasione del GP d’Italia, Honda ha poi deciso di donare alla Fondazione Simoncelli un CBR1000RR in edizione speciale e la RC212V con cui Marco ha disputato la passata stagione. Il CBR sarà poi messo all’asta per raccogliere fondi da destinare alla Onlus dedicata al pilota.

Il tracciato – Pista esigente per moto e piloti, il Mugello Circuit è uno dei tracciati più impegnativi del motomondiale. La cornice paesaggistica non è solo spettacolare ma è parte integrante del fascino del circuito, apprezzato sia per la capacità di combinare virate lente e curve veloci sia per i sali-scendi naturali. Dal 1991, la sua presenza in calendario è ritenuta irrinunciabile.

Moto2 e Moto3 – Il fattore campo si farà certamente sentire anche nelle classe minori. In Moto2, ci si attende quindi un’importante prestazione da Andrea Iannone ma anche gli altri italiani della categoria, Corsi e Corti in primis, potrebbero sorprendere. In Moto3, il calore del pubblico potrebbe invece aiutare Antonelli e Fenati a cogliere un risultato importante. Proprio Romano ha bisogno di riprendere fiducia dopo la difficile prova del Sachsenring.

Così in tv – Italia1 e Italia2 rinnovano anche questa settimana il loro appuntamento con il motomondiale. E per chiunque non potesse accendere il telvisore, il sito di Sportmediaset garantirà lo streaming integrale di prove, qualifiche e gare.

Venerdì 13 luglio 2012
• ore 9.10 – Moto3 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 10.10 – MotoGP – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 11.10 – Moto2 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 13.10 – Moto3 – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 14.10 – MotoGP – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 15.10 – Moto2 – Prove libere 2 (diretta Italia2)

Sabato 14 luglio 2012
• ore 9.10 – Moto3 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 10.10 – MotoGP – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 11.10 – Moto2 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 12.55 – Moto3 — Qualifiche (diretta Italia2)
• ore 13.55 – MotoGP – Qualifiche (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 15.10 – Moto2 – Qualifiche (diretta Italia1 e Italia2)

Domenica 15 luglio 2012
• ore 8.35 – Moto3 – Warm Up (diretta Italia2)
• ore 9.10 – Moto2 – Warm Up (diretta Italia2)
• ore 9.40 – MotoGP — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 10.45 – Moto3 – Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 12.15 – Moto2 — Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 14.00 – MotoGP – Gara (diretta Italia1 e Italia2)

Mara Guarino

Foto homepage via: motorcyclenews.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews