MotoGP, Montmelò: pole fenomenale di Pedrosa. Rossi settimo

Dani Pedrosa MotoGP

Dani Pedrosa (world.honda.com)

Montmelò, Barcellona – Dani Pedrosa sbriciola ogni record e conquista davanti al pubblico di Barcellona una pole quasi epica. Il suo principale rivale iridato, Jorge Lorenzo, ha certo subito le conseguenze di un problema tecnico a inizio turno sulla sua prima moto ma la sensazione è che, quest’oggi, il centauro Hrc sarebbe stato assolutamente imprendibile. Tra i due spagnoli, s’infila il sempre più consistente Cal Crutchlow, che precede appunto il campione del mondo in carica. Difficile comunque intuire quale sarà il copione di una gara che, domani, rischia di essere fortemente condizionata da temperature e scelte di gomme. In ogni caso, Pedrosa resta il sorvegliato speciale del fine settimana.

Non riesce neppure questa volta a cogliere un piazzamento nelle prime due file Valentino Rossi, che chiude settimo, alle spalle di Marc Marquez, il suo sabato.

Q1 – Testa a testa per il miglior tempo tra Smith e Iannone: ad avere la meglio è l’inglese ma entrambi i piloti hanno la possibilità di accedere alle Q2 per giocarsi un piazzamento nelle file migliori. Nulla da fare per Michele Pirro che, approdato a Barcellona nei panni di sostituto di Ben Spies, occuperà domani la quattordicesima casella della griglia di partenza.

Q2 – Non inizia nel migliore dei modi la qualifica di Jorge Lorenzo, costretto a entrare nel box – visibilmente alterato – per un problema tecnico che lo obbliga a uscire con la seconda moto. Nel frattempo, in pista, iniziano a fioccare tempi degni di nota: il primo riferimento di cui tener conto è quello di Dani Pedrosa, che piazza la prima zampata in 1:41.401. Si avvicina Cal Crutchlow, che aggancia un provvisorio secondo posto. Cerca invece di recuperare il tempo perso Lorenzo che, in ottica pole, rischia comunque di essere tagliato fuori dai giochi da un Pedrosa fenomenale.

Con un 1.40.893 da migliorare, la pole position sembra ormai un mission impossibile per tutti. La prima fila è però ancora tutta da definire e promette di riservare sorprese, specie con un Lorenzo non perfettamente a suo agio: il 99 fa del suo meglio e rimedia in extremis un terzo posto pesante in termini di distacco ma tutto da godere date le difficoltà. Tra Lorenzo e Pedrosa, s’inserisce l’ottimo Cal Crutchlow. Sesta piazza per Marquez, settimo tempo per Valentino Rossi.

Luis Salom

Luis Salom (crash.net)

Moto3 – Prestazione straordinaria di Luis Salom, che conquista di prepotenza la pole position del Montmelò. Un giro record che ha fermato il cronometro sull’1’50″782 permetterà quindi allo spagnolo di scattare domani davanti al connazionale Alex Rins, staccato di oltre tre decimi, e al portoghese Miguel Oliveira, il cui ritardo sale già oltre i sette decimi. Quarta piazza per Alex Marquez. Qualifiche particolarmente tormentate per Maverick Viñales, che porta a casa un quinto posto da considerarsi positivo alla luce delle difficoltà patite nel corso del turno: prima una caduta e quindi dei problemi tecnici non hanno permesso al numero 25 di tentare fino allo sventolare della bandiera a scacchi il time attack. Primo tra gli italiani Niccolò Antonelli, nono; fermo in ventiduesima piazza Romano Fenati.

Moto2 – Torna finalmente in versione dominatore Pol Espargaro che, dopo un avvio di stagione sottotono rispetto alle aspettative, conquista la pole del GP di Catalunya. Lo spagnolo stacca il miglior tempo davanti al leader di classifica Scott Redding e a Esteve Rabat, terzo. Quarto tempo per Nakagami, accompagnato in seconda fila da De Angelis, ottimo quinto, e dal francese Zarco, reduce dal podio del Mugello. Migliore prestazione tricolore è quella di Mattia Pasini, undicesimo.

La classifica ufficiale delle qualifiche MotoGP

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’40.893
02- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.608
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.673
04- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.821
05- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.907
06- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.949
07- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 1.066
08- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.070
09- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.160
10- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.197
11- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.655
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.985 (CRT)

13- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 (CRT)
14- Michele Pirro – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 (CRT)
15- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
16- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
17- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 (CRT)
18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
19- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
20- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 (CRT)
21- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 (CRT)
22- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 (CRT)
23- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
24- Javier Del Amor – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)

Mara Guarino

Foto homepage via: eniracing.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews