MotoGP, Montmelò: anteprima e orari tv del GP di Catalunya

Mugello MotoGP (yamahamotogp.com)

Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa (yamahamotogp.com)

Montmelò, Barcellona – Rilanciate in terra toscana le quotazioni iridate di Jorge Lorenzo, il motomondiale fa tappa questa settimana a Barcellona: sarà quindi il pubblico spagnolo ad assistere domenica alla battaglia valida per l’assegnazione di un titolo mondiale che, con pochi margini di errore, sarà comunque iberico. Nessuna incertezza o quasi sulla nazionalità, ancora tutto da scoprire il vincitore finale della contesa che, al momento, vede Dani Pedrosa nei panni di leader della classifica.

Dodici le lunghezze di vantaggio sul campione del mondo in carica, con Marquez più attardato dopo la caduta del Mugello. Nonostante la stagione sia ancora lunga, già il Montmelò potrebbe dire molto sulle gare a venire e, in particolar modo, sulle concrete possibilità di un recupero del gap da parte di Yamaha. Dopo il trionfo italiano, Lorenzo si è infatti mantenuto con i piedi per terra ricordando come quest’anno le Honda sembrino avere un margine di vantaggio, come del resto dimostrerebbe la consuetudine con cui entrambi gli alfieri Hrc – scivolate a parte – riescono a frequentare il podio, anche in coppia.

Nel team factory Yamaha, la doppietta manca invece da Losail. Dopo le sventure del GP d’Italia, Valentino Rossi è comunque pronto a rimediare, desideroso di tornare a frequentare il parco chiuso già a Barcellona. L’obiettivo minimo sarà quindi il podio, a discapito – se necessario – anche del compagno di marca Cal Crutchlow che, per il momento, è in vantaggio (2 podi a 1) sul Dottore benché non disponga di un mezzo ufficiale.

Così nel 2012 – Lorenzo, Pedrosa e Andrea Dovizioso: questo il terzetto sul podio lo scorso anno. Un risultato che, se dovesse replicarsi questo week-end, aprirebbe le porte a una lotta mondiale ancora più infuocata. Se i due spagnoli hanno ben ragione di puntare a una corsa al vertice, più difficile che Dovizioso, nel 2012 ancora in forze al team di Poncharal, possa bissare quel  piazzamento in sella a una Ducati in crescita ma comunque ancora distante – soprattutto in gara – dalle prestazioni dei primi della classe.

Scott Redding Mugello

Scott Redding (eniracing.com)

Statistiche e curiosità – Dopo il Mugello, all’Italia tocca purtroppo fare i conti con un record decisamente negativo: nessun italiano sul podio nella gara di casa né nelle classi minori né nella classe regina, dove non accadeva da ben 17 anni che un pilota tricolore non festeggiasse davanti al suo pubblico. Un dato pesante e che obbliga a riflettere sul futuro del motociclismo italiano, per quanto in parte influenzato dal contatto al pronti via tra Bautista e Rossi che, incolpevole nell’incidente, ha perso un’importante occasione di mettere alla prova se stesso dopo qualche gara al di sotto delle aspettative.

Moto2 e Moto3 – Se, dopo l’Italia, la situazione iridata della entry-class si fa sempre più equilibrata con Viñales e Salom pronti a darsi battaglia avendo però cura di tenere sotto controllo il giovanissimo e velocissimo Alex Rins, a senso unico sembra essere per il momento l’evoluzione della classifica mondiale della middle-class. Al comando, con grande merito, uno Scott Redding che, tra errori e guai di diversa natura degli avversari, giova di una maggiore costanza di risultato e di due vittorie consecutive. In Moto3, da segnalare anche la possibilità di una defezione da parte di Jonas Folger che valuterà nel corso del fine settimana le sue condizioni fisiche: per il tedesco, una frattura al polso rimediata nel corso di una sessione di allenamento.

Così in tv – Ancora una volta toccherà a Italia1 e Italia 2 unire le forze per garantire la copertura mediatica integrale dell’evento.

Venerdì 14 giugno 2013
• ore 8.55 – Moto3 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 9.55 – MotoGP – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 10.55 – Moto2 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 13.05 – Moto3 – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 14.05 – MotoGP – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 15.05 – Moto2 – Prove libere 2 (diretta Italia2)

Sabato 15 giugno 2013
• ore 8.55 – Moto3 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 9.55 – MotoGP – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 10.55 – Moto2 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 12.30 – Moto3 – Qualifiche (diretta Italia2)
• ore 13.30 – MotoGP —Prove libere 4 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 14.10 – MotoGP – Qualifiche 1 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 14.35 – MotoGP – Qualifiche 2 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 15.05 – Moto2 – Qualifiche (diretta Italia1 e Italia2)

Domenica 16 giugno 2013
• ore 8.35 – Moto3 — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 9.10 – Moto2 – Warm Up (diretta Italia2)
• ore 9.40 – MotoGP — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 10.45 – Moto3 – Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 12.20 – Moto2 – Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 14.00 – MotoGP – Gara (diretta Italia1 e Italia2)

Mara Guarino 

Foto homepage via: yamahamotogp.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews