MotoGP, Misano: vince Lorenzo, Rossi secondo. Fuori Pedrosa

Lorenzo Rossi Misano 2012

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (yamahamotogp.com)

Misano Adriatico – Gara forse noiosa in termini di spettacolo ma estremamente ricca di contenuti quella andata in scena in occasione del GP di San Marino. Vince Jorge Lorenzo che, aiutato dalla caduta nelle fasi iniziali di Dani Pedrosa, rimette le proprie mani sul titolo iridato: il maiorchino ha ora 38 punti di vantaggio sul connazionale, incappato in una gara particolarmente sfortunata e culminata nel tamponamento subito da Barbera. Grandi emozioni arrivano però soprattutto dai gradini più bassi del podio, che ritrova un Valentino Rossi finalmente competitivo anche sull’asciutto. Complice una buona partenza e qualche defezione importante, il Dottore porta a casa il frutto del buon lavoro svolto recentemente in casa Ducati. Nelle scorse settimane, la casa italiana e Rossi erano stati protagonisti proprio a Misano di una sessione di test che sembra aver consentito, grazie a un nuovo telaio, un buon passo in avanti. Ancora impossibile lottare davvero ad armi pari con i primi ma il miglioramento ha permesso quantomeno di sfruttare al meglio anche le defezioni altrui.

Podio dal sapore speciale anche per il team Gresini, che, proprio nel fine settimana dedicato alla memoria di Marco Simoncelli, vede Alvaro Bautista conquistare un buon terzo posto.

LA GARA – Piccolo spavento per Dani Pedrosa nel corso del giro di ricognizione: la Honda fatica a partire ma, grazie a una spinta dei commissari, l’emergenza rientra e anche il poleman si unisce al gruppo dei partenti. Situazione analoga per la Ducati di Abraham. E i problemi proseguono con lo start vero e proprio: la moto di Karel Abraham si spegne nuovamente e la procedura di partenza è stroncata sul nascere. Confusione in griglia dove alcuni piloti si erano già mossi e altri, invece, sono rimasti fermi, creando una situazione di potenziale pericolo, fortunatamente scongiurato. Ancora panico soprattutto per Pedrosa: prima gli s’incastra la termocoperta nella ruota anteriore, poi la moto fatica nuovamente in occasione del nuovo giro di ricognizione. In ogni caso, è costretto a partire dal fondo perché la sua HRC è stata momentaneamente spostata dalla griglia.

Il nuovo pronti via agevola Lorenzo, che precede un ottimo Rossi. Pedrosa è già dodicesimo ma il suo tentativo di rimonta è stroncato sul nascere da una collisione con Barbera, che lo tampona. Strada in discesa per Jorge: il suo oramai unico contendente al titolo iridato è al suo primo zero in classifica. Uno zero incolpevole come, d’altra parte, lo era stato quello del maiorchino ad Assen.

Valentino Rossi Ducati Misano 2012

Valentino Rossi (motorcyclenews.com)

Con Lorenzo già saldamente al comando, i riflettori sono tutti puntati su Rossi, secondo ma già ai ferri corti con Bradl. Inseguono i ragazzi del Tech3, con Dovizioso davanti a Crutchlow che, però, cade poche curve dopo. La corsa si sta lentamente trasformando in una gara ad eliminazione.  La caduta di Cal agevola Spies e Bautista, in lotta per la quinta piazza.

A 20 giri dal termine, Lorenzo è già primo con ampio margine. Di questo passo, le uniche emozioni della corsa potrebbero arrivare dalla lotta per i restanti gradini del podio, con Dovizioso voglioso di recuperare su Rossi e Bradl. Quest’oggi, tuttavia, Andrea pare in difficoltà rispetto ai consueti standard e rischia infatti di finire nella morsa di Bautista. E proprio l’arrivo di Bautista nel gruppo coincide col distacco di Rossi, che guadagna qualche metro sugli inseguitori.

Alvaro è scatenato: a 9 giri dalla conclusione, salta anche Bradl e si porta virtualmente sul podio. Le prossime tornate potrebbero essere decisive per capire se c’è la possibilità di recuperare su Rossi. Cala il proprio ritmo Lorenzo, che, d’altro canto, ha tutte le ragioni di risparmiarsi in una gara come questa. Valentino è però costante sul proprio passo e pare poter resistere. Nel frattempo, si avvicina Ben Spies, in rimonta dopo una prima fase della corsa difficile.

Con 4 giri ancora da percorrere, Dovizioso e Spies rompono gli indugi e rampano su Bradl. Il debuttante Rea si aggira invece intorno all’ottava piazza, staccato di un secondo dall’ancora acciaccato Hayden.

L’ultimo giro si apre all’insegna del duello tra Bautista e Dovizioso, che regala ulteriori margini di sicurezza anche a Rossi, ottimo secondo. La volata si consuma fino al traguardo: cronometro e verifica al fotofinish premiano lo spagnolo in forze al team Gresini.

Prossimo appuntamento tra due settimane ad Aragon.

La classifica ufficiale della gara MotoGP di Misano:

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 27 giri in 42’49.836
02- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 4.398
03- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 6.055
04- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 6.058
05- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 7.543
06- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 13.272
07- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 40.907
08- Jonathan Rea – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 43.162
09- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 1’09.627 (CRT)
10- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 1’13.605 (CRT)
11- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 1’16.695 (CRT)
12- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’19.073 (CRT)
13- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 1’19.408 (CRT)
14- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – a 1 giro (CRT)
15- David Salom – Avintia Blusens – BQR FTR – a 1 giro (CRT)

Mara Guarino

Foto homepage via: yamahamotogp.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews