MotoGP, la prova del nove è a Jerez. Ultimi test prima del Qatar

Ritorno in pista per Marc Marquez (motorcyclenews.com)

Mentre i cugini della Wsbk e i colleghi a quattro ruote della Formula Uno hanno già messo in cassaforte i  primi punti iridati, continua a farsi attendere il motomondiale. L’appuntamento con la prima gara è infatti fissato per il prossimo 8 aprile quando, come ormai di consueto, le moto delle varie classi si daranno nuovamente battaglia sotto i riflettori del Qatar. La settimana a venire non sarà però priva di appuntamenti importanti per tutti gli appassionati delle imprese di Rossi e compagni. Nel giro di pochissimi giorni, infatti, Moto2, Moto3 e MotoGP si avvicenderanno sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera per gli ultimi test di stagione.

A cominciare saranno proprio i ragazzi delle cosiddette classi minori, in pista già da domani. E se in Moto3 l’attenzione è tutta concentrata sulle buone prestazioni di KTM e sull’eventuale recupero di Maverick Viñales, la Moto2 saluterà, finalmente, il ritorno in sella di Marc Marquez. Accantonati i sogni mondiali a seguito del brutto incidente di Sepang, lo spagnolo è stato costretto a un inverno di riabilitazione e interventi chirurgici volti a recuperare definitivamente il nervo ottico lesionato. Certo, recuperare il gap, innanzitutto atletico, con i compagni di cilindrata non sarà facile ma il talento non manca. In Marquez sono quindi riposte tutte le speranze della Suter di rilanciarsi dopo una serie di test che hanno visto la rivale Kalex in palese vantaggio.

Piuttosto soddisfatto della sua Yamaha Jorge Lorenzo (motorcyclenews.com)

Alla 3 giorni di Moto2 e Moto3 farà poi seguito quella della classe regina. E anche in MotoGP i temi caldi certo non mancano. In vetta, c’è da definire chi, a Losail, partirà davvero favorito tra Stoner e Lorenzo, piloti di punta, rispettivamente, di Honda e Yamaha. Sinora il giro secco ha consacrato la supremazia dell’australiano ma, da un’attenta analisi del passo sfoggiato da Jorge in occasione delle precedenti prove svoltesi a Sepang, emerge come la rivale giapponese sia tutt’altro che lontana. Anzi, al termine degli ultimi test malesi, forse facendo un po’ di pretattica, è stato lo stesso  vice-presidente di HRC Shuhei Nakamoto a insignire la M1 del titolo di «moto migliore del momento». Per capirne di più, non resta quindi che aspettare i riscontri cronometrici del prossimo week-end.

Attesa, come sempre, anche in casa Ducati. La GP12 si svelerà definitivamente a tifosi e addetti ai lavori proprio domani, via web. Dopo gli altalenanti risultati di Sepang, la nuova livrea incuriosisce ma, forse, non tanto quanto i tempi che Valentino Rossi farà segnare nei prossimi giorni. La trasferta malese, chiusa alle spalle della moto satellite di Barbera e con una decima piazza in classifica generale, ha gettato qualche nube sulle sensazioni positive che lo stesso Dottore aveva palesato qualche settimana prima, al suo debutto sull’ultima Desmosedici. Jerez non sarà dunque solo l’occasione per mettere a punto nuove soluzioni ma anche per tentare un assalto a una prestazione assoluta che, in qualche modo, consenta davvero di farsi un’idea sulla stagione che verrà.

Mara Guarino

Foto homepage via: motorcyclenews.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews