MotoGP: Gara bagnata, gara fortunata per Lorenzo; Rossi travolge Stoner

Casey Stoner, caduto incolpevole

Jerez de la Frontera, Spagna – Jorge Lorenzo vede premiata la sua guida senza sbavature e conquista la vittoria nella prima gara bagnata della stagione. Una corsa decisamente anomala, caratterizzata da molti errori e che ha perso nella prima parte alcuni dei suoi protagonisti più importanti come Rossi e Simoncelli. Per Sic una scivolata mentre era solo davanti a tutti; per Rossi, invece, non mancheranno certamente le polemiche: il Dottore, autore di una staccata troppo forte, ha finito col travolgere la Honda di un incolpevole Stoner.

 Doverose le scuse di Valentino a gara conclusa.

LA GARA – Parte molto bene dalla pole Casey Stoner, inseguito da Lorenzo. Molto bene anche Dovizioso e Simoncelli che approfittano dello start non ottimale di Pedrosa, in grande difficoltà in queste battute iniziali. Al termine del primo giro, Valentino Rossi è già risalito in nona posizione.

E, in effetti, il ducatista continua a macinare sorpassi. L’obiettivo finale del 46 è Supersic, terzo alle spalle di Lorenzo che, a sua, volta ha Stoner nel mirino. I primi 3 sono molto vicini e anche Rossi pare molto distante dal gruppo di testa. In questo frangente, è soprattutto la Honda del team Gresini a fare paura: con un paio di sorpassi ben assestati, Marco guadagna la leadership. Nel frattempo, anche Rossi si ricongiunge al gruppo e, in poco tempo, è già davanti a Lorenzo che pare faticare a tenere questo ritmo. Ma il Dottore si fa prendere dalla foga e nel tentativo di tirare una staccata a Stoner cade, tirando giù l’incolpevole australiano.

Gara anomala per Rossi, comunque quinto al traguardo

Stoner, che non riesce a ripartire, è comprensibilmente furibondo e non risparmia alle telecamere una reazione fumantina. C’è rabbia verso Rossi ma anche verso i commissari di pista, che, in effetti, pur numerosi, aiutano innanzitutto Valentino a rientrare in pista, mentre Casey prova da solo a rimettere in sesto la moto.

A questo punto, Simoncelli è solo al comando, mentre Lorenzo è secondo con margine. Nel frattempo, si rivede Dani Pedrosa. Lo spagnolo, che non ha voluto correre troppi rischi nelle battute iniziali, recupera posizioni preziose.

A 16 giri dalla fine, un altro colpo importante alla corsa: Simoncelli si stende ed è costretto al ritiro. Ma è troppo presto per candidare al successo finale Lorenzo. Il campione del mondo non è al suo meglio, mentre Dani continua a rosicchiargli decimi importanti. Ma la rimonta di “Camomillo” si rileverà un fuoco di paglia.

Possibili problemi al braccio per Dani e gomme finite per tutti. Dovizioso si ferma addirittura ai box per cambiare pneumatici, mentre Rossi, ripartito dopo l’incidente, risale fino all’ottava piazza approfittando dei tanti dritti di giornata.

Sussulti finali per la bagarre tra  Pedrosa e Spies, che getta la seconda piazza alle ortiche a 3 giri dal termine. Il gradino più basso del podio va dunque a Nicky Hayden, complice un guaio finale di Edwards.  Tra caduti e ritirati, Valentino Rossi è comunque quinto sul traguardo. Ma la gara di oggi non lo può certo soddisfare: sceso dalla moto, il Dottore va subito nel box Honda e si scusa con Stoner

Prossimo appuntamento il 1 Maggio in Portogallo.

La classifica completa della gara:

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – 27 giri in 50’49.046
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 19.339
03- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 29.085
04- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 29.551
05- Valentino Rossi – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1’02.227
06- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team MotoGP – Ducati Desmosedici GP11 – + 1’08.440
07- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 1’14.120
08- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1’19.110
09- Toni Elias – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1’42.906
10- John Hopkins – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1’48.395
11- Loris Capirossi – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1’51.876
12- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – a 1 giro

Mara Guarino

Foto via: motorcyclenews.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews