MotoGP, Crutchlow in Ducati: è la scelta giusta?

Crutchlow Cal MotoGP

Cal Crutchlow (motorcyclenews.com)

Cal Crutchlow, vero protagonista del motomercato 2013, ha fatto la sua scelta: a partire dal prossimo anno sarà un pilota Ducati. La notizia, nell’aria già da diverso tempo e fattasi sempre più insistente nel pomeriggio di ieri, è stata confermata ufficialmente alla stampa pochi minuti fa.

A legare Ducati e Crutchlow, che ritroverà quindi Dovizioso a fargli compagnia nel box, sarà un contratto biennale. Stando alle indiscrezioni, la scelta definitiva è stata presa dopo Laguna Seca. Pur dispiaciuto all’idea di lasciare una squadra con la quale ha instaurato un buon rapporto, Crutchlow ha alla fine optato per la strada certo più rischiosa, cambiare rotta e iniziare una nuova avventura a due ruote. Al suo posto, in arrivo dalla Moto2 Pol Espargaro.

Inutili quindi i tentativi di Yamaha di trattenere il numero 35, autore finora di una stagione a dir poco sorprendente. Più volte, Cal è riuscito infatti a lasciarsi alle spalle in qualifica e in gara la M1 factory alla quale ambiva lo scorso anno, quando poi a Iwata si preferì  puntare tutto sul ritorno di Valentino Rossi. Sfumato anche un primo contatto con Ducati, che gli preferì l’allora compagno di squadra Andrea Dovizioso, allungò di un anno la sua collaborazione con il team Tech 3. La scelta di non riconfermare l’ex campione del mondo Nicky Hayden ha però aperto nuovi scenari e spalancato le porte all’approdo sulla rossa di Borgo Panigale di Crutchlow, verosimilmente attratto da un trattamento tecnico ed economico da primissima guida.

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow (yamahamotogp.com)

In tumulto ora i fans del britannico, allarmati dagli scarsi risultati sinora conseguiti da una Ducati in cerca della competitività perduta con l’abbandono di Casey Stoner, unico nella sua capacità di domare la rossa bolognese. La sensazione che corre sul web è quella di un pilota che rischi così di “bruciare” gli anni migliori della sua carriera. Pur negando di aver già preso una decisione definitiva in merito al proprio futuro, il pilota – assiduo frequentatore di Twitter – affidava solo pochi giorni fa ai tifosi un cinguettio sibillino, con il quale li invitava a sostenerlo in ogni caso.

In effetti, stando alla classifica attuale del campionato, Crutchlow potrebbe aver bisogno di molto sostegno. Nonostante non goda di un trattamento factory, Cal è al momento quinto, a un soffio da quel Valentino Rossi che proprio in una recente intervista ha definito senza mezzi termini la sua decisione di lasciare Yamaha per Ducati «un errore». E, soprattutto, ha la consapevolezza di poter lottare ogni gara (o quasi) per il podio: una prospettiva, quella della bagarre per i punti pesanti che, almeno per il momento, i piloti Ducati non sembrano potersi permettere.

Perché allora lasciare una moto dai risultati quasi certi per un mezzo ancora alla ricerca di se stesso? Probabilmente, perché Crutchlow voleva qualche garanzia in più da Yamaha, dove si è in un certo senso trovato la strada bloccata da nomi pesantissimi come quelli di Lorenzo e Rossi. E, inutile nasconderlo, anche per i soldi, che avranno certo dato la loro bella mano a far pendere la bilancia dalla parte di Ducati, dove comunque – non va dimenticato – si sta lavorando duramente per tornare a esprimersi ai massimi livelli. I ducatisti e gli appassionati di motociclismo non possono che sperare che arrivino presto i primi risultati della “cura Audi”: se sarà davvero Cal Crutchlow a dettare la svolta e raccogliere i frutti di tanto lavoro, è ancora presto a dirsi ma il britannico ha già dimostrato di essere capace di riservare parecchie sorprese.

Mara Guarino

Foto homepage via: motorcyclenews.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews