MotoGP, Brno: è sempre Marquez. Lorenzo si arrende alle Honda

Marquez Lorenzo MotoGP

Marc Marquez davanti a Lorenzo e Pedrosa (world.honda.com)

Brno – Quarta vittoria consecutiva per Marc Marquez e per il giovane talento spagnolo è questa davvero una vittoria che sa di mondiale. Marquez non piega solo Lorenzo, che del resto aveva avvertito di essere alle prese con una Honda in formissima, ma anche il compagno di squadra Pedrosa, che ancora una volta non tenta neppure l’assalto nel finale. Va dato atto a Dani di non essere ancora al massimo della forma ma, data l’evidenza di un mondiale targato Hrc, diventa sempre più urgente piazzare le ruote davanti al terribile compagno di squadra. Onore delle armi anche a Lorenzo, terzo ma comunque autore di un’ottima prestazione: il maiorchino fa comunque quello che può e prova a difendersi anche quando ormai sembra evidente che i rivali hanno qualcosa in più.

Quarta piazza per Valentino Rossi, che vince la sua personale bagarre con Alvaro Bautista. Un buon risultato per il Dottore ma l’andamento delle prove lasciava forse presagire che qui a Brno avrebbe potuto stare più vicino ai primi. Il distacco dal terzetto di Rossi resta invece ancora troppa elevato per un pilota che, giustamente, ambisce a lottare costantemente per il podio.

LA GARA – Anche la MotoGP sembra, almeno per il momento, risparmiata dalla pioggia. I valori piuttosto equilibrati visti in pista nel corso del fine settimana dovrebbero dunque avere la possibilità di esprimersi pienamente. La partenza rigorosamente asciutta premia Jorge Lorenzo, scattato dalla quinta posizione. Alle sue spalle, la coppia Honda e quindi Cal Crutchlow.

Lorenzo vuole capitalizzare l’ottimo spunto e prova subito ad allungare, mentre il resto del gruppo è molto compatto. Le due Hrc si stuzzicano e Pedrosa tenta d’insidiare Marquez: il numero 26 vuole forse incaricarsi di stroncare sul nascere la fuga della Yamaha. Dani, ancora piuttosto dolorante alla spalla, s’affaccia ma senza arrivare davvero al sorpasso. Rossi sesto in questa fase della gara.

Marc Marquez avvia la caccia e inizia a rosicchiare decimi preziosi a Lorenzo, che era riuscito a portare il suo gap sopra il secondo. Pedrosa segue a ruota il team-mate. Nel frattempo, si registrano parecchie cadute: l’ultima quella di Smith.

Cal Crutchlow e Alvaro Bautista replicano i sorpassi di Indianapolis mentre si contendono la quarta posizione. Proprio come negli Stati Uniti su di loro incombe però la M1 di Valentino Rossi. Le due Hrc continuano invece a viaggiare all’unisono mentre vanno a riprendere un Lorenzo in versione lepre. Il 99 sta per essere braccato. Con 15 giri ancora da percorrere, le Honda sembrano già pronte a bissare il doppio sorpasso statunitense. Caduto Crutchlow, molto rapido negli ultimi passaggi. Rossi deve ora concentrare il suo obiettivo di rimonta su Bautista. Poche curve dopo, la quarta piazza è in effetti del Dottore.

Dieci giri al termine e Lorenzo è sempre più nella morsa della coppia Marquez – Pedrosa. Sventola la bandiera che segnala la pioggia: e se fosse il meteo a cambiare le carte in tavola? I tre al comando continuano a fare il loro gioco e sul campione del mondo in carica incombe la minaccia Marquez. Marc scavalca Lorenzo, che restituisce però il favore e si mantiene davanti. La replica dell’affondo potrebbe arrivare presto e infatti Marquez si mette nuovamente davanti al maiorchino. Se Pedrosa vuole provare a giocarsi la vittoria, deve fare altrettanto in breve tempo. Jorge è nuovamente nel panino Honda e non vuole mollare il colpo.

Lorenzo è coriaceo e vuol vendere cara la pelle. Le Honda, oltre a piloti stratosferici, sembrano avere in questa fase della stagione davvero qualcosa in più. Battaglia per la quarta piazza anche tra Bautista e Rossi. Valentino compie una piccola sbavatura e perde qualche metro.

Anche Pedrosa si porta davanti: inutili le resistenze di Lorenzo. Se battaglia per la vittoria deve essere, lo sarà forse tra Marc e Dani. Rossi si riporta invece sotto a Bautista nel tentativo di assaltare la quarta piazza.

La classifica ufficiale della MotoGP:

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 22 giri in 42’50.729
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.313
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 2.277
04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 10.101
05- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 10.178
06- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 19.807
07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 35.015
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 35.354
09- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 51.149
10- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 56.392 (CRT)
11- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 57.420 (CRT)
12- Michele Pirro – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1’05.430
13- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 1’12.364 (CRT)
14- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’13.500 (CRT)
15- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1’14.128 (CRT)
16- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 1’14.991 (CRT)
17- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1’20.640
18- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 1’34.462 (CRT)
19- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 1’49.713 (CRT)
20- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 1’50.024 (CRT)
21- Martin Bauer – Remus Racing Team – S&B Suter BMW – a 1 giro (CRT)

Mara Guarino

Foto homepage via: @marcmarquez93 via Twitter

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews