MotoGP, Austin: brilla la stella di Marc Marquez. Prima pole in Texas

Marc Marquez Texas MotoGP

Marc Marquez (motorcyclenews.com)

Austin, Texas – Il Circuit of the Americas si conferma casa Honda: la coppia Hrc ribadisce anche in qualifica la propria supremazia assoluta tra le curve texane, che le hanno viste grandi protagoniste sin dai test svolti lo scorso marzo. E se il netto vantaggio del colosso giapponese non sembra stupire particolarmente anche alla luce di un tracciato che sposa perfettamente i punti di forza della RC213V, la vera notizia è la prima pole position agguantata da Marc Marquez nella sua brevissima storia MotoGP. L’unico che poteva contrastarlo era il compagno di squadra Dani Pedrosa, fermo però in seconda piazza.

Costretti invece a correre in difesa i due alfieri Yamaha per i quali, salvo grossi imprevisti, sembra profilarsi all’orizzonte il terzo posto in gara come massimo risultato al quale puntare. Jorge Lorenzo scatterà in effetti dalla terza posizione in griglia: il suo distacco è pesante (un secondo) ma ancora più grave è il ritardo accusato dal compagno di squadra Valentino Rossi, che non riesce a far meglio dell’ottava posizione. Il suo miglior crono è di oltre due secondi più lento rispetto al best-lap del giovane spagnolo rampante in pole. Quarto tempo per Crutchlow, che precede Stefan Bradl e Andrea Dovizioso.

Q1-  Procede inizialmente senza particolari scossoni la prima parte delle qualifiche, utile a stabilire le posizioni della parte bassa della griglia di partenza e i nomi dei due “ripescati” che andranno a giocarsi le prime quattro file in occasione della Q2. Come da pronostico, le vere emozioni arrivano però nel finale, quando Bradley Smith soffia ad Andrea Iannone la possibilità di accedere al quarto d’ora successivo: il pilota britannico si aggiudica infatti il secondo tempo di sessione. Mattatore della Q1 il sempre ottimo Aleix Espargaro, che mette ancora una volta in luce le buone qualità della sua Art.

Q2- Esce qualche istante dopo degli altri dai box ma mette subito in chiaro i valori in pista Marc Marquez, che si porta immediatamente e con facilità al comando della classifica stampando dei 2.03 bassi che sanno già di pole position. Solo Dani Pedrosa riesce ad avvicinarsi nel finale ma sono comunque 254 i millesimi che lo separano dal team-mate.  Turno più complicato per le Yamaha, con Lorenzo costretto ad accontentarsi della prima fila e Rossi mai davvero in partita per le posizioni di rilievo. Il Dottore chiude solo ottavo e, supremazia Honda a parte, non può che guardare con un pizzico di preoccupazione al distacco infertogli dagli spagnoli, maiorchino in primis.

Scott Redding Texas (eniracing.com)

Scott Redding (eniracing.com)

Moto3 – Scenario piuttosto inusuale quello della entry-class che, forse complice la novità della pista inedita e da imparare turno dopo turno, mette in scena distacchi particolarmente consistenti: sono infatti  483 i millesimi che permettono a Alex Rins di relegare in seconda posizione Luis Salom e poco più di 7 i decimi che mettono invece Maverick Viñales in terza piazza. Se il podio virtuale delle qualifiche parla Ktm, il quarto posto è ad appannaggio di Jack Miller, la cui Ftr Honda si ferma tuttavia a quasi due secondi dal miglior riscontro cronometrico fatto segnare dallo spagnolo leader della classifica. Qualifiche nient’affatto positive per gli italiani, il cui miglior rappresentante è Alessandro Tonucci, fermo in sedicesima posizione. Alle sue spalle, solo diciassettesimo, Romano Fenati; addirittura fuori di primi venti Niccolò Antonelli.

Moto2 – Si decide tutto nei secondi finali nella middle-class, dove arriva allo sventolare della bandiera a scacchi il crono che vale a Scott Redding la leadership della sessione. Partenza in prima fila anche per il giapponese Nakagami, staccato però di quasi 7 decimi dal rivale; alle sue spalle, Terol e Rabat. Tradisce in parte le aspettative Pol Espargaro che ha in effetti dato vita qui in Texas a turni di prova dall’andamento altalenante: dopo il ritorno in vetta nelle libere della mattina, ci si aspettava forse qualcosa di più di un settimo posto dallo spagnolo candidato alla conquista del titolo mondiale. A casa Espargaro si festeggia quindi stasera la sola prova di Aleix che, nella classe regina, si è tolto la piacevole soddisfazione di lasciarsi dietro varie MotoGP.  Migliore degli italiani in pista Simone Corsi, sesto.

La griglia di partenza della MotoGP in Texas:

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’03.021
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.254
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 1.079
04- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.246
05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.424
06- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.852
07- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.921
08- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 2.359
09- Aleix Espargaro – Power Eletronics Aspar – ART GP13 – + 2.368 (CRT)
10- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.547
11- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 3.719
12- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 4.023

13- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13
14- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 (CRT)
15- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
16- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 (CRT)
17- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 (CRT)
18- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
19- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
20- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
21- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
22- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 (CRT)
23- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
24- Blake Young – Attack Performance Racing – Attack Performance APR (CRT)
25- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 (CRT)

 

Mara Guarino

Foto homepage via: @marcmarquez93 via Twitter

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews