MotoGP, anteprima e orari tv della gara di Indianapolis

Marquez Honda MotoGP

Marc Marquez (world.honda.com)

Indianapolis – Dopo qualche settimana di meritato riposo, la MotoGP torna in pista pronta a fare sul serio: mai come quest’anno, tra infortuni eccellenti e colpi di scena, la situazione iridata al giro di boa si presenta delicata. Come da pronostico, c’è uno spagnolo in fuga ma quello che nessuno o quasi si aspettava alla vigilia della stagione è che a dettare il passo sarebbe stato il rookie Marc Marquez. Già spina nel fianco di Lorenzo e Pedrosa prima dei rispettivi guai fisici, il campione del mondo Moto2 ha saputo capitalizzare meglio di chiunque altro le disgrazie altrui e ora comanda dall’alto dei suoi 163 punti.

Fermo a quota 147 il team-mate, dieci lunghezze in meno di Pedrosa per Lorenzo che, pur in netto recupero dopo il doppio intervento alla clavicola, non ha nascosto che a Indianapolis potrebbe soffrire ancora una condizione fisica non al top. Dalla Yamaha potrebbe però arrivare presto qualche aiuto: nei test privati Brno il team ufficiale ha testato con soddisfazione l’atteso cambio seamless ma il debutto ufficiale in gara è rinviato a data da destinarsi. Sul versante della condizione, discorso analogo per il pilota Honda, la cui frattura si è rivelata, dopo lo stoico piazzamento di Laguna Seca, più grave del previsto: nessuna necessità d’intervento per Dani ma, con una tripletta di trasferte impegnative in arrivo (dopo gli Usa sarà la volta di Brno e Silverstone), meglio essere solo cautamente ottimisti.

Un po’ più attardati, ma non ancora del tutto fuori dai giochi mondiali, sono Valentino Rossi e Cal Crutchlow, separati tra loro da una sola lunghezza e in qualche modo attesi a una sorta di controprova. Intorno al britannico c’è in effetti molta curiosità dopo l’annuncio dell’imminente trasloco in Ducati. Come di consueto, anche le prestazioni del Dottore saranno però sotto la lente d’ingrandimento: sono molti coloro che si chiedono se l’incrementato feeling con la M1 sarà tale da permettergli di giocarsi assiduamente il podio anche con Lorenzo e Pedrosa sulla via del pieno recupero.

Così nel 2012 – Vittoria schiacciante lo scorso anno per Dani Pedrosa, che sul traguardo staccò di ben 10 secondi un Jorge Lorenzo ai ferri corti con la messa a punto della sua moto per tutto il fine settimana. Altra categoria ma corsa comunque da dominatore anche per Marquez: che i 25 punti di domenica siano quindi destinati a diventare affare interno al team Hrc?

Alex Rins

Alex Rins (eniracing.com)

Statistiche e curiosità –  Quella di Indianapolis è la terza gara a stelle e strisce del calendario MotoGP 2013. L’assidua frequentazione degli Usa arriva però in un momento di grande difficoltà per i piloti americani, che non salgono sul gradino più alto del podio da Assen 2011, quando fu Ben Spies a trionfare in sella alla sua Yamaha. E proprio Spies farà finalmente il suo ritorno sulla Ducati Pramac questo fine settimana dopo un avvio di stagione tormentato dai postumi di un brutto infortunio. Periodo non facile neppure per il connazionale Nicky Hayden, del quale non si conosce ancora la futura destinazione. Tenuto conto anche dei possibili scambi e incroci tra MotoGP e Superbike, il mercato è ancora in fermento.

Moto2 e Moto3 – Niente Laguna Seca per le cilindrate minori, in stand-by quindi dalla trasferta tedesca del Sachsenring, dove a trionfare erano stati Alex Rins e Jordi Torres. Se la vittoria del secondo era forse arrivata un po’ a sorpresa, il primo è ancora in lizza per giocarsi il titolo iridato della Moto3 con Maverick Viñales e Luis Salom, che al momento lo precede di 30 punti. Le sorti del campionato Moto2 passano invece dalla rimonta di Pol Espargaro – prossima guida del team Tech3 in MotoGP – su Scott Redding, al comando della classifica con 23 lunghezze di margine sul rivale spagnolo.

Così in tv – Ancora una volta, Italia1 e Italia2 offriranno la copertura totale dell’evento. Occhio di riguardo quindi al fuso orario per non perdersi neppure un turno di prova.

Venerdì 16 agosto 2013
• ore 14.55 – Moto3 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 15.55 – MotoGP – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 16.55 – Moto2 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 19.05 – Moto3 – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 20.05 – MotoGP – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 21.05 – Moto2 – Prove libere 2 (diretta Italia2)

Sabato 17 agosto 2013
• ore 14.55 – Moto3 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 15.55 – MotoGP – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 16.55 – Moto2 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 18.30 – Moto3 – Qualifiche (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 19.30 – MotoGP —Prove libere 4 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 20.10 – MotoGP – Qualifiche 1 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 20.35 – MotoGP – Qualifiche 2 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 21.05 – Moto2 – Qualifiche (diretta Italia1 e Italia2)

Domenica 18 agosto 2013
• ore 14.35 – Moto3 — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 15.10 – Moto2 – Warm Up (diretta Italia2)
• ore 15.40 – MotoGP — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 16.45 – Moto3 – Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 18.20 – Moto2 – Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 20.00 – MotoGP – Gara (diretta Italia1 e Italia2)

Mara Guarino

Foto homepage via: @marcmarquez93 via Twitter

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews