In moto e bici sulle preferenziali. I 125cc su tangenziali e autostrade

moto 125 autostrade

Amanti delle due ruote ecco un’importante novità introdotto nel codice dello strada. Da ora in poi sarà permesso l’accesso di scooter e motocicli 125cc anche tangenziali e autostrade, basta che siano guidati da maggiorenni. Ma le buone notizie non sono terminate. Anche per gli appassionati della bicicletta si aprono le corsie riservate ai mezzi pubblici, su cui potranno circolare anche i motocicli.

È questa una delle novità principali introdotta nel testo della legge delega di riforma del codice della strada, approvato in Commissione Trasporti della Camera.

L’ITALIA SI ALLINEA ALL’EUROPA – Questa limitazione che impediva ai 125 di viaggiare sulle tangenziali e autostrade non è mai esistita in Europa ma solo in Italia. Ora finalmente anche lo Stivale si allinea con il resto dell’Ue. Inoltre la norma garantisce la massima sicurezza agli scooter e alle moto 125 perché permettere l’accesso nelle corsie riservate ai mezzi pubblici, separandoli di fatto dal traffico ordinario. L’Ancma ha già redatto un vademecum utile a progettisti e tecnici per realizzare infrastrutture che limitino i rischi per i motociclisti, in linea con gli standard comunitari.

PIÙ SICUREZZA NELLE STRADE - Le varie amministrazioni locali dovranno ovviamente migliorare la sicurezza delle strade. «Anche limitando la presenza a bordo strada di ostacoli fissi artificiali, come i supporti della segnaletica stradale e i guardrail», ha commentato l’associazione di categoria. Ma la vera rivoluzione, che toccherà i tantissimi conducenti di moto e bici che decidono di spostarsi quotidianamente sulle due ruote anche dentro la città, è l’apertura delle corsie preferenziali riservate ai mezzi pubblici. Quando verrà approvato il testo si potranno percorrere in bici, moto o scooter.

COME CAMBIA IL CODICE DELLA STRADA? Il nuovo Codice della Strada introdurrà nuovi limiti di velocità sulle strade extraurbane, sospensione patente, decurtazione punti anche per i minorenni, e potrebbero essere introdotti l’omicidio stradale e l’ergastolo della patente.

NUOVE NORME FORSE NEL 2015 - L’iter della riforma della strada è però lungo: il testo sarà discusso in aula in autunno, poi sarà atteso in Senato per l’approvazione finale.  Da quel momento, il Governo avrà sette mesi per scrivere il nuovo Codice. A complicare le cose anche la necessità, da parte del Governo, di emanare i decreti attuativi delle singole norme. Per questo il nuovo Codice potrebbe essere pronto nella primavera del 2015.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews