Mostri marini nel Mar del Giappone

Un banco di enormi “Meduse di Nomura” ribalta un peschereccio

di Adriano Ferrarato

blue_water_jelly_fish-800x600Dodici ha piedi, anteriori tutti, sei lunghissimi colli e su ciascuno spaventosa una testa, e nelle bocche di spessi denti un triplicato giro, e la morte più amara di ogni dente”. Nel dodicesimo libro dell’Odissea è così che Omero descrive Scilla, il mostro marino che uccise sei uomini dell’imbarcazione dell’eroe greco Ulisse.

Il mare, da sempre simbolo dell’ignoto e della grandezza del mondo, è un luogo straordinario, ma anche pieno di pericoli. Proprio in Giappone pochi giorni fa è accaduto qualcosa di spaventoso e incredibile. Un intero equipaggio di un peschereccio, il “Diasan Shinsho Maru” , è stato scaraventato in mare da un enorme gruppo di meduse.

La notizia potrebbe sembrare assurda, ma bisogna considerare che le meduse in questione non erano normali, ma di una razza ancora poco conosciuta classificata come “Medusa di Nomura”. Si tratta di una creatura del peso di duecento chilogrammi e dal diametro che può raggiungere i due metri di larghezza.

I poveri pescatori stavano rientrando da una consueta battuta di pesca e quando hanno provato ad issare le reti per accendere i motori e fare rientro in porto, le hanno trovate stracolme di questi impressionanti animali dal corpo gelatinoso. Il loro peso ha poi fatto il resto facendo ribaltare la nave. I tre uomini per fortuna sono stati tratti in salvo in poco tempo e senza  alcun pericolo da una barca della guardia costiera il cui intervento è stato a dir poco tempestivo.

Essere punti da una medusa di Nomura è molto pericoloso, data l’elevata tossicità del suo veleno. Proprio due anni fa nel Mar del Giappone alcuni esemplari avevano reso non più commestibili molti pesci colpendoli con i propri aculei pieni di tossine. Un esemplare che pare sia figlio purtroppo delle mutazioni climatiche e dell’inquinamento del mare. Sotto un certo punto di vista, i veri mostri marini siamo noi.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews