Morto Eusebio, primo grande asso del calcio portoghese

Eusebio, la leggenda del calcio portoghese, è morto questa notte all'età di 71 anni

Eusebio

A 71 anni è morto il campione portoghese Eusebio (bongda.com.vn)

Lisbona (Portogallo) – Eusebio da Silva Ferreira, più noto solo come Eusebio, è deceduto questa notte alle 3.30: a tradirlo un arresto cardiaco, che l’aveva colpito durante una trasferta in Polonia. La notizia è stata riportata dal quotidiano sportivo portoghese A bola, che è stato il primo a darne notizia.

IL CAMPIONE – Con il Benfica vinse tutto: undici campionati, cinque coppe nazionali, la Coppa dei campioni del 1962 (un indimenticabile 5-2 contro il Real Madrid, partita in cui segnò una doppietta), il Pallone d’oro del 1965. Poi trascinò il Portogallo al terzo posto dei Mondiali del 1966, segnando ben nove reti. Un bilancio, con il Benfica, di 291 reti in 313 partite di campionato e di 41 gol in 67 partite con la maglia del Portogallo: altri tempi, certo, e altri campioni.
La Pantera nera, com’era stato soprannominato negli anni ’60, rimane un monumento del calcio mondiale e un campione impresso nella storia del pallone.

LA MALATTIA – Già dal 2012 il campione portoghese era stato ricoverato dopo problemi cerebrovascolari riscontratigli durante una trasferta in Polonia; proprio durante i campionati europei di quell’anno, Eusebio era stato prima ricoverato a Poznam, quindi trasportato in Portogallo.
Nato in Mozambico, era sbarcato in Portogallo solo nel 1960, aveva concluso la sua carriera lasciando nel 1975 il Benfica e iniziando a girovagare per l’America: prima gli Usa, poi il Messimo, quindi il Canada.
Il suo viaggio ha avuto fine questa notte, alle 3.30, quando il suo cuore ha cessato di battere: aveva 71 anni e ha lasciato un cratere nel cuore del Portogallo.

L’EREDITÀ – Eusebio è stato il primo campione portoghese di livello globale: negli anni, sulle sue tracce si sono inseriti Rui Costa e Figo, oggi c’è Cristiano Ronaldo. Nessuno di loro, però, ha caratterizzato con così tanta forza un’intera epoca del calcio mondiale. Campioni, certo, ma non all’altezza della leggenda che fu – e che resterà – Eusebio, la Pantera nera.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews