Monti cede al salotto di Bruno Vespa: la manovra sarà presentata in tv

Silvio Berlusconi ospite di Bruno Vespa (haisentito.it)

Silvio Berlusconi ospite di Bruno Vespa (haisentito.it)

Che il salotto Rai di Bruno Vespa sia divenuto nel corso degli anni un punto di riferimento privilegiato per gli esponenti del governo non è certo mistero per nessuno. Eppure, nel pomeriggio di ieri, ha sollevato un gran polverone la scelta del Premier Monti di presentare proprio a “Porta a Porta” il pacchetto di misure anti-crisi che, insieme ai suoi ministri, varerà lunedì.

Peccato solo che l’annuncio dello speciale televisivo, previsto per martedì (ancora da definirsi, invece, l’orario di programmazione), abbia preceduto quello relativo alla presentazione di quegli stessi provvedimenti al Parlamento.

Naturalmente, il possibile scenario di una manovra presentata prima in tv che in Parlamento ha presto suscitato un vespaio di polemiche. Molti i senatori e i deputati, soprattutto tra le fila di Pdl e Idv, che non hanno esitato ad esprimere il proprio disappunto. Particolarmente dura la reazione della Lega che, tramite le parole di Maurizio Fugatti, rende noto di aver interpretato questo gesto come un vero “sgarbo alla democrazia”.

Lo sdegno proveniente da più parti politiche ha però colto nel segno. Nel giro di breve tempo, è infatti arrivato anche un altro annuncio, quello tanto atteso dai parlamentari: il presidente del Consiglio sarà a Montecitorio lunedì alle ore 16. Alle 18 dello stesso giorno, riferirà delle sue scelte anche a Palazzo Madama. Sempre lunedì, e dunque ben prima dell’ormai famigerata ospitata da Vespa, è stata inoltre fissata anche una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Eppure, nemmeno le doverose precisazioni circa gli impegni di Monti paiono aver placato del tutto i malumori. Serpeggia in effetti un certo malcontento, non solo per l’iniziale scelta delle tempistiche, ma anche per la decisione di affidarsi proprio a Bruno Vespa. Nella memoria di molti, le critiche rivolte al giornalista per il suo essere tra gli interlocutori privilegiati di Silvio Berlusconi. Impossibile negare che, negli anni trascorsi, la trasmissione “Porta a Porta” sia divenuta uno dei simboli del berlusconismo.

E mentre su Twitter, c’è chi si abbandona ad un certo sarcasmo, come l’esponente dell’Udc Roberto Rao che scrive: “Monti troverà da Vespa anche Paolo Crepet per le lacrime e Francesco Bruno per il sangue?”, il leader del partito Casini minimizza. Altrettanto cauta la posizione del Pd: “Credo sia un esercizio inutile, nonché ridicolo, ironizzare sulla presenza di Monti a “Porta a Porta” nel presentare la futura manovra economica” -  ha precisato il deputato Giorgio Merlo – “Quello che conta è che vada sulle reti Rai e che dica le cose che vuol fare a tutti gli italiani”.

Redazione

Foto homepage via: ivid.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews