Mondiali di nuoto vasca corta 2014 a Doha: Italia, trionfi e disastri

Si sono conclusi i Mondiali di nuoto 2014 in vasca corta a Doha: la Nazionale italiana tra grandi delusioni e poche soddisfazioni

Mondiali-nuoto-vasca-corta-Doha-2014-logo-800x493

I Mondiali di nuoto 2014 che si sono svolti a Doha, capitale del Qatar, non sono andati proprio come ci si aspettava. Un po’ sottotono l’Italia delle piscine, che è uscita dalla manifestazioni con solo 6 medaglie (un oro, due argenti e tre bronzi). Un magro bottino, considerate le aspettative della vigilia.

DELUSIONI - Grande delusione è stato il quinto posto della Pellegrini nel suo cavallo di battaglia – 200 m stile libero – dove ha fermato il crono a 1′ 54″ 01, facendosi strappare il primo posto e il record del mondo dalla svedese Sarah Sjostrom. Le dichiarazioni della nuotatrice a fine gara sono state molto tecniche: «In una virata non ho preso il muro, perché c’è un altro muro sotto ed è difficile prendere le misure – racconta Fede – fatta la virata, sono arrivata con le punte dei piedi, e ho sbagliato. Sapevo i tempi delle altre, vedevo la Hosszu davanti a me».  Dispiacere immenso sia per la stessa Federica che per tutti i tifosi, che erano certi del secondo oro di quell’ultima giornata.

Altro quinto posto deludente è stato quello di Fabio Scozzoli nei 50 m rana: «Mi sono mancati solo gli ultimi metri ma sono contento, è stata una buonissima gara» ha commentato il romagnolo, che anche avendo migliorato il suo tempo, si aspettava tuttavia di salire sul podio.

LE IMPRESE - Tante soddisfazioni invece sono arrivate dalle staffette: nella 4×200 m stile libero il quartetto D’Arrigo, Belotti, Di Fabio e Magnini è arrivato al secondo posto, sfiorando l’oro per 11 centesimi; nella 4×50 m mista mista composta da Bonacchi, Scozzoli, Di Pietro e Ferraioli terzo posto conquistato con un nuovo record italiano; nella 4×50 m stile libero uomini, il quartetto azzurro, vice campione d’Europa, si conferma terza forza del mondo dopo le batterie, conquistando la medaglia in 1’24”56 con le frazioni di Luca Dotto in 21”45, Marco Orsi in 20”43, Filippo Magnini in 21”35 e Marco Belotti in 21”33. Per concludere una medaglia di bronzo,con un nuovo record italiano,  è arrivata anche dalla staffetta 4×100 m stile libero donne, composta da Silvia Di Pietro, Erika Ferraioli ed Alice Mizzau e Federica Pellegrini.

paltrinieri-mondiali-nuoto-2014-vasca-corta

Gregorio Paltrinieri (olimpiazzurra.com)

L’Italia non ha brillato soltanto nelle gare a squadre: il velocista Marco Orsi è arrivato sul gradino di mezzo del podio, nuotando in 20″69 dietro al nuovo record del mondo Florent Manaudou. Ma per concludere in bellezza la manifestazione c’è stato uno sfavillante Gregorio Paltrinieri che, nei 1500 m stile libero, ha stabilito il nuovo record europeo con il crono di 14’16″10, il secondo tempo della storia (davanti c’è solo il mondiale dell’ australiano Grant Hackett) e si è portato a casa il nostro unico oro.

La Nazionale Italiana chiude quindi questo Mondiale 2014 portando a casa sei medaglie e classificandosi al tredicesimo posto nel medagliere; dalla manifestazioni forse ci si aspettava qualcosa in più, soprattutto dagli atleti che sono soliti festeggiare la fine delle gare con al collo tante soddisfazioni.

                                                                                                                                                                                                                                 Roberta Consorti
@RobConsorti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews