Mondiali di sci nordico 2013: la domenica delle squadre

russia mondiali sci nordico staffetta sprint

I russi Petukhov e Kriukov, vincitori della staffetta a squadre

Val di Fiemme – Domenica densa di gare, tutte per squadre, ai mondiali di sci nordico 2013 in Val di Fiemme. Nel programma c’erano le due staffette sprint del fondo, la prova a squadre di combinata nordica e la prova a squadre mista del salto. Quattro nazioni diverse sul più alto gradino del podio ma nessuna medaglia italiana: la prima settimana dei mondiali di sci nordico 2013 si chiude con l’Italia ancora a vuoto.

Staffette sprint – Specialità recente del fondo, in cui una coppia di sciatori per ciascuna nazione si alterna su un percorso ad anello da ripetere in totale sei volte, le staffette sprint sono state una sorpresa di spettacolarità. Grazie anche a un percorso decisamente difficile, la corsa femminile ha visto la vittoria – un po’ a sorpresa – della coppia statunitense Diggins/Randall, che ha staccato le compagne di fuga senza attendere la volata. Sul podio anche la Svezia (Kalla/Ingemarsdotter) e la Finlandia (Sarasoja/Lahteenmaki), staccate di quasi dieci secondi. Bene le azzurre Marina Piller e Ilaria Debertolis, quinte, superate dalla Norvegia solo sul lungo rettilineo finale.
La finale maschile, che vedeva anche i nostri David Hofer e Federico Pellegrino, si è conclusa invece con una volata. Il russo Kriukov ha superato allo sprint lo svedese Joensson e il kazako Poltoranin; quinti gli azzurri, mentre eliminata in semifinale la Norvegia di Northug.

Staffetta combinata nordica – Come la prova di combinata individuale, anche oggi si è saltato e si è trasformato il punteggio in distacchi temporali, per correre una prova di fondo a inseguimento. Salti dominati dai giapponesi, in un contesto climatico difficile, con il vento incerto; i nipponici hanno preso il via con 22 secondi di vantaggio sui francesi, 25 sugli austriaci e ben 50 sulla Norvegia. La staffetta, quattro frazioni da 5 km, si vive sul tentativo di rientro e su un gruppo di quattro che viaggia compatto a lungo davanti. Poi un finale convulso e il rettilineo finale, dove Francia e Norvegia si disputano la medaglia più preziosa. La spunta, ancora una volta, Jason Lamy-Chappuis, già vincitore della prova singolare. Terzi gli statunitensi, solo quarti i giapponesi. Bene gli azzurri nella prova di salto, sembrava a portata di mano una medaglia o almeno la lotta, ma nel fondo i quattro italiani non sono mai stati all’altezza e non hanno recuperato abbastanza da portarsi sulla testa della corsa. Un settimo posto che fa sperare per Sochi ma nient’altro.

Prova a squadre mista, salto – Debutto assoluto di questa specialità ai mondiali di sci nordico 2013. Quattro saltatori, due maschi e due femmine, si sono alternati sul trampolino: la somma dei loro punteggi ha generato la classifica. Dominio giapponese, un oro mai messo in discussione; più accesa la battaglia per l’argento, animata da Austria e Germania, con i primi che hanno allungato solo con le due ultime prove.
Settimo posto per la squadra azzurra, con la soddisfazione di essere entrata nella finale a otto.

Domani giornata di riposo per questi mondiali di sci nordico 2013; le gare in val di Fassa riprenderanno martedì, con la 10 km tl femminile.

Campionati mondiali di sci nordico 2013 – Val di Fiemme – domenica 24
Staffetta sprint femminile

1 – Usa (Diggind-Randall) 20’24’’44
2 – Svezia (Kalla/Ingemarsdotter) +7’’80
3 – Finlandia (Sarasoja-Lahteenmaki) +10’’95
4 – Norvegia (Oestberg-Falla) +20’’81
5 – Italia (Piller-Debertolis) +21’’46

Staffetta sprint maschile
1 – Russia  (Petukhov-Kriukov) 21’30’’98
2 – Svezia (Hekkner-Joensson) +0’’46
3 – Kazakhstan (Chebotko-Poltoranin) +0’’73
4 – Canada (Kershaw-Harvey) +0’’76
5 – Italia (Hofer-Pellegrino) +3’’52

Combinata nordica a squadre
1 – Francia (Braud/Laheurte/Lacroix/Lamy-Chappuis) 57’34’’0
2 – Norvegia (Graabak/Klemetsen/Krog/Moan) + 0’’4
3 – Usa (Flethcer/Fletcher/Lodwick/Demong) +4’’2
4 – Giappone (Watabe/Kato/Watabe/Minato) +5’’7

7 – Italia (Runggaldier/Michielli/Bauer/Pittin) +1’10’’5

Salto, prova a squadre mista
1 – Giappone (Ito, Ito, Takanashi, Takeuchi) 1011,0
2 – Austria (Hoelzl, Morgenstern, Seifriedsberger, Schlierenzauer) 986,7
3 – Germania (Graessler, Freitag, Vogt, Freund) 984,9
4 . Norvegia (Lundby, Hilde, Sagen, Bardal) 969,3

7 – Italia (Runggaldier, Morassi, Insam, Colloredo) 923,1

Andrea Bosio
@AndreaNIckBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews