Miss Italia: show della discordia. Finale forse su La7, con malumori. L’italia ne ha bisogno?

miss italia

La vittoria di Giusy Buscemi, Miss Italia 2012

Roma – Non c’è pace per Miss Italia, il longevo concorso ideato da Enzo Mirigliani. Dopo anni di convivenza con la tv pubblica, nelle scorse settimane l’esclusione dal palinsesto di RaiUno ha provocato diversi contraccolpi. Una decisione avvertita come un fulmine a ciel sereno dall’organizzazione dello show.

L’evento negli anni ha incoronato tante reginette di bellezza, e portato al successo anche numerose ragazze arrivate a un passo dal podio. La decisione di non offrire più uno spazio alla trasmissione aveva avuto grossi contraccolpi anche sull’opinione pubblica. Inevitabilmente erano arrivate le critiche di Patrizia Mirigliani, alla guida di Miss Italia dopo la morte del padre, e numerose posizioni favorevoli alla cancellazione, ma anche tante contrarie.

Sfrattata quindi dalla Rai, Miss Italia è rimasta orfana di una rete, da qui l’avvicinamento a Mediaset, con cui però non è riuscita a trovare un accordo. Tra le due si è inserita poi l’outsider La7, passata di recente all’editore Urbano Cairo. Sarà la volta buona per il concorso? Le trattative con la rete sono in corso, ma iniziano a diffondersi alcuni malumori. Ne sa qualcosa il direttore del telegiornale di La7, Enrico Mentana.

Attivo come sempre su Facebook, ieri sera il giornalista ha deciso di commentare con toni piuttosto accesi l’eventuale messa in onda della finale, proprio nell’emittente in cui ha trovato nuove responsabilità e stimoli. «Miss Italia su La7? – ha scritto infatti Mentana – Anche no, grazie. L’identità di rete è una cosa seria». Insomma per il professionista, l’eventuale trasmissione del concorso non sarebbe in linea con i canoni della “propria” rete. Intanto nella notte il post di Enrico Mentana è stato prontamente cancellato dalla pagina. È probabile che si sia reso conto di aver pronunciato un parere di troppo, in merito a una decisione che spetta però al solo Cairo. Tuttavia, l’invito a cancellare l’opinione dal social network potrebbe essere anche arrivato dall’alto.

mentana miss italia

Enrico Mentana mentre conduce il tg di La7

Miss Italia in queste ore continua quindi la ricerca di una collocazione sul piccolo schermo, e nonostante i diversi mal di pancia, sembrerebbe prospettarsi un finale roseo. «Dopo mesi difficili, ma anche pieni di soddisfazioni e importanti attestati di stima – ha dichiarato Patrizia Mirigliani – pare che si vada finalmente verso una soluzione positiva». «Miss Italia è per la gente e fra la gente. Le piazze stracolme delle località turistiche si sono strette intorno a noi. Nonostante le grandi difficoltà economiche – ha proseguito – tutti si sono schierati con il concorso che ogni anno conferma anche la sua grande capacità di promozione turistica capillare sul territorio italiano, dal Nord al Sud».

Malgrado la paventata assenza dalla televisione, il concorso continua ad avere successo tra le giovanissime. È stato infatti registrato un record di iscrizioni, mentre le selezioni vanno avanti ormai con regolarità in ogni regione. Sembra in dirittura d’arrivo anche la convenzione con il comune di Jesolo: proprio qui dovrebbero svolgersi le ultime fasi del concorso, finale compresa.

Ma l’Italia ha ancora bisogno di un simile show? Per l’attuale presidente della Camera di certo no. Laura Boldrini si era schierata infatti a favore del rifiuto in casa Rai. C’è chi accusa Miss Italia di essere una manifestazione che sminuisce a donna, in cui predomina solo la bellezza a discapito di altre qualità ben più importanti, ma che tendono a restare in secondo piano. È innegabile il fatto che il concorso, dotato anche di un meccanismo troppo macchinoso e duraturo, potesse essere giudicato in maniera negativa. Non è certo diverso da ciò che si vede attualmente in tv, tra campagne pubblicitarie, reality e fiction in cui sembra ormai d’obbligo l’esaltazione del solo corpo. Miss Italia non sembra esserne esente, ma in questi ultimi anni la televisione italiana ha mandato in onda trasmissioni ben più sessiste e diseducative.

L’attenzione è ancora tanta. Polemiche a parte, riuscirà ancora a proporsi come trampolino di lancio per personalità del passato come Sophia Loren e Gina Lollobrigida? Se dovesse saltare anche l’accordo con La7 a Miss Italia resterebbe un’unica soluzione: affidarsi allo streaming.

Angela Piras

@AngePiras

Foto: spotandweb.it;  trs98.it; iljournal.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews