Minorenne manda foto osé all’amico, fa il boom su Facebook

Foto osé. Fonte: http://www.lettera43.it

Foto osé. Fonte: http://www.lettera43.it

Succede a Siena: una ragazzina decide di fare un “regalo” ad un suo amico, scattandosi  una serie di foto che la ritraggono in pose piuttosto sensuali e gliele invia sul cellulare. Peccato, però, che le foto della teenager seminuda fanno uno giro alquanto lungo: l’amico a cui le ha mandate, le mostra subito agli altri suoi amici, i quali non si limiteranno a guardarle e basta. Sì, perché sono bastati pochi minuti per far girare la foto sul social network più cliccato del mondo, Facebook. Il risultato? Oltre duemila amici della protagonista della “sexy vicenda” le hanno visualizzate.

La ragazzina delle foto osé ed i suoi “amici” sono tutti minorenni, i quali, in seguito alla segnalazione fatta dai genitori della giovanissima, sono stati denunciati per detenzione e diffusione di materiale pedopornografico. Le prime ad accorgersi che le foto della studentessa stavano circolando sul social network sono stati i suoi insegnanti che hanno allertato i genitori della ragazza. Poco dopo sono stati individuati anche l’amico che per primo ha ricevuto la foto e il conoscente che l’ha poi postata su Facebook.

Sempre più adolescenti usano i cellulari e Internet per il “sexting”, ovvero l’invio di immagini e video a sfondo sessuale ad amici, fidanzati, adulti, persone conosciute e non. Il 6,7% dei giovani italiani ha inviato sms o video a sfondo sessuale col proprio cellulare, mentre il 10,2% ne ha ricevuto almeno uno. È quanto emerge dall’indagine conoscitiva sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza, realizzata per il dodicesimo anno consecutivo nelle scuole italiane da Telefono Azzurro ed Eurispes.

I giovani sono sempre più multitasking e connessi: il 37,7% trascorre quotidianamente da due a più di quattro ore del proprio tempo su Internet; il 41,4% usa il cellulare più di due ore al giorno, di cui il 27,4% oltre le quattro ore. Per loro, dice il rapporto Telefono Azzurro-Eurispes, l’esposizione alle immagini sessuali sembra essersi moltiplicata: su Internet e attraverso i cellulari con grande facilità possono guardare, inviare e ricevere immagini a sfondo sessuale.

 Sonia Carrera

@soniasakura89

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews