Milano-Sanremo: Ciolek o Sagan? Domani la Classicissima

Si corre domani la Milano-Sanremo, che apre la stagione ciclistica delle Classiche: nessun italiano tra i favoriti

milano-sanremo

Il passaggio della corsa in Liguria: domani la Milano-Sanremo (ilsecoloxix.it)

Milano – Si corre domani la Milano–Sanremo e il profumo di grande ciclismo invade l’Italia; la Classicissima è, per definizione, il primo grandissimo appuntamento del ciclismo mondiale, una corsa che nel passato ha segnato carriere e siglato disastri. Domani attraverserà una Lombardia indagata e una Liguria ferita dalle piogge, cercando di sollevare un’onda di emozioni che, attraverso la Campagna del Nord, ci porterà al Giro d’Italia e al Tour de France.

LA CORSA – Sanremo significa Merckx: sette vittorie per il Cannibale, che su questo traguardo sembrava invincibile. In volata, con un gruppetto, attaccando nel finale o con una lunga fuga, Eddie Merckx la Milano-Sanremo l’ha vinta in ogni modo possibile, addirittura inventandone di nuovi.
Oggi non c’è un campione di questo calibro ma il fascino della corsa è immutato: il percorso, invece, no. Quest’anno si torna alla versione 2007, senza Manie e senza Pompeiana, la nuova salita inserita tra Cipressa e Poggio che doveva fare la differenza e prevenire una nuova volata: il maltempo e le pessime strade di Liguria hanno contribuito a questo ritorno al passato, minando un po’ le intenzioni originali dell’organizzazione.

milano-sanremo

Il percorso della Milano-Sanremo 2014, lo stesso del 2007 (cyclemagazine.it)

FAVORITI – Il nome principale di questa vigilia è il tedesco Gerard Ciolek: un 2013 da protagonista, un 2014 in cerca di conferme, Ciolek sembra voler strappare Milano-Sanremo 2014, facendo il bis dopo l’edizione 2013. Al suo fianco ci sono tre nomi da marcare stretti: Cancellara, Cavendish e Sagan – in ordine alfabetico – faranno di tutto per essere i primi sul traguardo. Sagan ha pagato lo scorso anno una certa inesperienza nelle classiche, frutto della giovane età, e quest’anno è in cerca di riscatto e conferme del suo talento assoluto: il britannico e lo svizzero, invece, vorrebbero aggiungere qualcosa a un palmares già ricco e cercheranno in questa Milano-Sanremo una vittoria che valga una stagione.
Ci sono altri nomi altisonanti, tutti da tenere d’occhio ma nessuno che fin qui abbia dimostrato di poter essere un favorito al pari di questi quattro: Greipel, Hushovd e Degenkolb per una volata, Phinney, Gilbert e Demare per una soluzione nel finale, Boasson Hagen per una sorpresa a tutto tondo.

SANREMO TRICOLORE? – L’ultimo azzurro a tagliare per primo il traguardo della Classicissima è stato Filippo Pozzato, nel 2006: quest’anno, salvo sorprese, saremo ancora fuori dai giochi. Qualche speranza dalla Lampre, con Pozzato, Modolo e Ulissi, ma si tratta di poca cosa rispetto ai tempi del dominio tricolore: con la rinuncia di Moser, infortunato a un ginocchio, le probabilità scendono ancora.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews