Milano, corteo No Expo: black bloc, vernice e uova

no expo

Manifestanti No Expo (lastampa.it)

Il corteo No Expo a Milano ha visto anche la presenza dei black bloc che inizialmente hanno sfilato nella parte arretrata del corteo e poi hanno dato vita ad una vera e propria azione contro Manpower.

IL CORTEO – Al corteo hanno partecipato studenti da diverse regioni italiane: Emilia Romagna, Veneto e soprattutto regioni del nord Italia, hanno partecipato anche studenti stranieri. Tre ragazzi tedeschi sono stati allontanati dalle forze dell’ordine già due giorni fa: detenevano infatti spray di vernice, passamontagna, spray urticante. Il corteo è stato aperto da un furgone completamente ricoperto da confezioni di patatine fritte di McDonald’s, molte le caricature di grandi marche  partner di Expo. Diversi gli striscioni esposti, il più grande sulla struttura dell’Expo Gate, appeso da due manifestanti che sono riusciti ad arrampicarsi:  «Grande evento uguale grande bufala. No Expo: un altro mondo è possibile».

AZIONE A COLPI DI VERNICE PER MANPOWER – Durante il corteo No Expo a Milano i black bloc hanno portato a termine un’azione contro Manpower, la sede della multinazionale che si occupa di risorse umane e  che ha gestito i contratti di lavoro per Expo, è stata duramente colpita: lanciati sassi, bottiglie, fumogeni e fiotti di vernice sparati grazie ad alcuni estintori poi ricaricati per strada. Il gruppo vestito di nero che ha impostato l’azione ha cercato di spaccare le vetrine con dei martelli frangi vetro. La situazione è stata bloccata poi dagli agenti, in assetto antisommossa, che creando un cordone di sicurezza hanno protetto il palazzo. Anche all’interno del corteo ci sono stati alcuni scontri: gli studenti dei collettivi, coloro che hanno organizzato la manifestazione, hanno cercato di fermare i black bloc. A farne le spese anche un cittadino che si era affacciato con la bandiera tricolore e che si è visto lanciare diverse uova dal corteo in marcia.

CONTESTAZIONE ANCHE PER BANCHE – Non solo Manpower tra gli obiettivi del corteo No Expo, imbrattate con vernice anche la sede dell’Enel e diverse sedi di banche che si trovavano lungo i percorso della manifestazione. Vernice lanciata anche sui giornalisti che cercavano di riprendere quanto accadeva, usati fumogeni durante le azioni per nascondere alle telecamere presenti sul percorso gli autori delle devastazioni. Tensione anche all’ingresso del Consolato Turco dove sono state lanciate uova e un petardo.


Serena Prati

@Se_Prati

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews