Michael Moore in piazza con i manifestanti di Occupy Wall Street

NEW YORK – Proseguono senza sosta le proteste rivolte contro le ombre della finanza in quel di New York, dove non cessano di avvicendarsi grosse tensioni e decine di arresti tra le file del movimento Occupy Wall Street che, tra le altre cose, festeggia i sei mesi di attività dalla sua nascita.

Zuccotti Park, in seguito al massiccio ritrovo di quest’oggi, è stata ormai virtualmente ribattezzata Liberty Square dai dimostranti che l’hanno occupata per intere settimane nonostante i continui arresti di un numero non ben precisato di persone, numero che comunque la polizia non ha voluto fornire.

Ma il vero clou della giornata è rappresentato dalla presenza, tra i manifestanti, del noto regista documentarista Michael Moore il quale non ha esitato nell’esprimere le sue sensazioni.

«Non abbiamo mai avuto in questo Paese – sostiene Moore – un movimento così, che si interessi all’economia a tal punto. Chissà che succederà, ma io sono ottimista».

Un manifestante, invece, Adam Roth, sostiene che «ogni volta che fanno così noi diventiamo più forti. Le persone diventano più radicali. Molti newyorchesi si incuriosiscono e iniziano a chiedersi perché facciamo questo».

(Foto: articles.nydailynews.com / batteryparkblog.com)

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews