Mettiamoci ‘La Croce’ su: stop al cartaceo di Adonolfi, Twitter ride

Chiude l'edizione cartacea de 'La Croce', quotidiano di ispirazione cattolica di Mario Adinolfi. Ma stavolta sono in pochi ad essere dispiaciuti...

chiude-La-Croce_Adinolfi-bis

Una croce su ‘La Croce’: da domani solo online (lettera43.it)

Che l’uscita del quotidiano di ispirazione ultracattolica La Croce - diretto dal controverso giornalista Mario Adinolfi – avesse fatto storcere il naso a molti, non era una novità. Se la notizia del giorno è che da domani l’edizione cartacea non sarà più in edicola, è facile anche immaginare le reazioni del web: su Twitter l’hashtag #LaCroce è diventato top trend e si stanno moltiplicando di secondo in secondo i messaggi di dileggio per Mario Adinolfi e la chiusura del suo prodotto editoriale.

MARIO ADINOLFI, NATO PER DIVIDERE - Mario Adinolfi è un personaggio di quelli che divide facilmente. Laureato in storia, ex DC, PPI ed infine sostenitore del Partito Democratico, giocatore professionista di poker a tempo perso, si è trovato al centro di diverse polemiche nel corso della carriera. Soprattutto di recente: dal tweet del 2013 contro gli abitanti della Terra dei Fuochi (“Si sono fatti devastare tacendo dalla camorra che ha interrato per anni rifiuti tossici, ora fanno le manifestazioni. Che popolo di merda”) allo scontro virtuale con Alfonso Signorini, etichettato come “frocetto” sulla pagina Facebook dello stesso Signorini, fino alla intervista radiofonica del gennaio 2015, in cui dichiarò che nel matrimonio la donna deve essere sottomessa al marito, chiarendo successivamente che «sottomessa non significa che non c’è la parità, sono due cose diverse».

la-croce-mario-adinolfi-chiude

Mario Adinolfi (agicops.it)

LA CROCE, UN FLOP (NON) ANNUNCIATO - La Croce era stato fondato il 21 ottobre 2014 come “organo dell’Associazione Voglio la Mamma”, creata dallo stesso Adinolfi a supporto dell’omonimo libro del marzo 2014 in cui contesta i “falsi miti di progresso”: aborto, eutanasia, matrimonio omosessuale, utero in affitto. Le pubblicazioni de La Croce sono iniziate a gennaio 2015 e sono andate avanti per cinque mesi. È lo stesso Adinolfi ad annunciare la chiusura del cartaceo su Facebook e Twitter, dicendo di voler “ di investire sul web, premiando l’amicizia dei nostri abbonati. La copia sarà sempre disponibile con i contenuti loro riservati, in più ci saranno molti contenuti in chiaro. La versione cartacea è enormemente dispendiosa e abbiamo notato che i contenuti vengono infinitamente più “scambiati” nella versione web che in quella cartacea”. Peccato che proprio Mario Adinolfi la pensasse in maniera molto differente e più entusiastica il 12 febbraio

… e il 10 marzo

La reazione di Twitter  non si è fatta attendere: un fiume in piena di ironia e dileggio contro la creatura cartacea conservatrice di Mario Adinolfi. Il web sarà la nuova casa de La Croce. Nell’attesa, ci permettiamo di dare un consiglio al direttore Mario Adinolfi: al prossimo matrimonio (visto che è già al secondo, e non c’è due senza tre anche per i cattolici magari…) con una splendida donna come lo è l’attuale moglie Silvia Pardolesi, magari renda giustizia alla sposa con una mise più consona all’evento.

chiude-la-croce-adinolfi-matrimonio

Mario Adinolfi e la moglie Silvia Pardolesi il giorno delle loro nozze a Las Vegas (gaiaspia.files.wordpress.com)

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Mettiamoci ‘La Croce’ su: stop al cartaceo di Adonolfi, Twitter ride

  1. avatar
    Ettore Chiacchio 20/05/2015 a 00:41

    Croce su croce. CaXXate caSSate.

    Cessa la croce[1] con la sua squallida voce[2]
    troppo ostentata[3], troppo a lungo gridata[4]
    tre mesi una fogna rivenduta per foce[5]
    tre mesi è durata la cartaccia lordata.

    Dite che chiude per rimaner solo in Rete[6]
    ma invece è perché era troppa la puzza
    di imbrogli fatti con la mafia del prete
    di fondi marroni ad ingrossar la cucuzza[7]

    Nel nome il fallo[8] a cui deste l’avallo
    ridotto in affanno, non reggerà un anno
    per la Morte siete il prossimo ballo[9]
    finisce il danno d’un perfido inganno!

    Donne ridotte ad oggetti[10] per vili progetti[11]
    omofobia, fanatismo, fideismo cieco totale[12]
    svenduti soggetti, tutti inetti e reietti
    al clericalismo, che generò solo il male

    chiuderete anche in Rete, state sicuri
    perché il vostro operato grida vendetta
    ciò che perviene dai tempi più oscuri[13]
    l’indomabile Rete demolisce e rigetta!
    _______
    Le note disponibili qui
    http://www.sharedits.net/M-Ebooks-E-23-C-39.html

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews