‘Mestiere di donna’: gli scatti che riguardano l’emancipazione femminile

Roma- Una mostra fotografica che affronta principalmente il tema dell’emancipazione femminile. Il titolo è ‘Mestiere donna’ ed è allestita alla Casa della Memoria e della Storia di Roma fino al 12 aprile. L’esposizione, con le foto dell’Archivio ‘Avanti!’, ripercorre al femminile, in un itinerario suggestivo, più che strettamente documentario, una fase cruciale della storia italiana: il secondo dopoguerra, quando la donna, pur ancora soggetta alla durezza della fatica manuale e contadina, muoveva i primi passi verso una diversa affermazione nella scala sociale, politica ed economica del Paese.

La mostra è a cura di Eugenia Querci e Bianca La Rocca della Fondazione Nevol Querci, organizzazione a cura di Maurizio Bartolucci, mentre l’allestimento è a cura di Maria Alessandra Giuri. L’iniziativa è promossa da Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, Dipartimento Cultura – Servizio Programmazione e Gestione Spazi Culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

Le testimonianze degli anni dal 1950 al 1970, un periodo di circa vent’anni in cui si è svolto il lungo percorso verso l’emancipazione, passando per la conquista della parità salariale, l’abolizione del delitto d’onore e la riforma del diritto di famiglia: sono questi i soggetti e i temi principali presenti nei 37 pannelli, esposti alla al Museo.

E’ importante sottolineare come l’Italia femminile di queste foto non è quella della donna casalinga felice tra i fornelli o della diva fatale (così come ci è stata rimandata da un’iconografia dura a scomparire). Anzi, gli scatti ci ‘parlano’ di un’ Italia vera, ancora povera, che dalle campagne si sposta nelle città. Viene così messa in risalto la storia di milioni di donne operaie, contadine, commesse o segretarie, la cui vita individuale s’intreccia con la storia sociale e politica italiana. Dunque, un percorso suggestivo, oltre che didatticamente rilevante.

Per quanto riguarda gli eventi principali alla Casa della Memoria, si segnala il 21 marzo alle ore 10.00, la presentazione e la discussione del documentario storico – antropologico ‘Orobianco’ di Alice Campoli (2011). L’iniziativa sarà presentata e introdotta da Alice Campoli. A seguire ci sarà la proiezione, canti a cappella del Basso Lazio a cura di Caia De Vincentis, con l’intervento di Giacomo Curva e il successivo dibattito.

Chiara Campanella

Foto via artribune.com;

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews